giovedì 3 novembre 2016

Recensione 9 Novembre di Colleen Hoover


Titolo: 9 Novembre
Titolo originale: November 9
Autrice: Colleen Hoover
Serie: no, autoconclusivo
Editore: Leggereditore
Data di pubblicazione: 20 Ottobre 2016
Punto di vista: prima persona alternato
Livello di sensualità: medio-basso

Trama: È il 9 novembre quando, durante un pranzo con il padre, Fallon incontra Ben per la prima volta. È un giorno speciale per lei, non solo perché sta per trasferirsi da Los Angeles a New York, ma anche perché ricorre l’anniversario dell’evento che ha segnato per sempre la sua vita, il terribile incendio che le ha lasciato cicatrici su gran parte del corpo, impedendole di continuare la sua carriera da attrice. Contro ogni previsione, la conoscenza tra i due si trasforma subito in qualcosa di più, ma Fallon sta per partire e sembra esserci tempo solo per il rimpianto. Come per strappare al destino quell’inevitabile separazione, Ben le promette allora che scriverà un romanzo su di loro, proponendole di ritrovarsi il 9 novembre di ogni anno, fino a che non ne compiranno ventitré. È così che ogni 9 novembre i due protagonisti aggiungono un nuovo capitolo alla loro storia, finché qualcosa non arriva a sconvolgere le loro promesse e a mettere alla prova i loro sentimenti, tra i dubbi di Fallon e le mezze verità di Ben.

Recensione di Alice:
È un autunno fortunato per le letture. Sono uscite alcune delle mie autrici preferite in pochissime settimane, tanto che sono quasi andata in crisi mistica. Chi leggere prima? McGarry? De Winter? Rowell? Hoover? I miei poveri neuroni sono andati in pappa dalla felicità, ormai li ho letti quasi tutti (mi manca solo Fangirl) e poi posso morire felice, perché tutti, ma proprio tutti, mi sono piaciuti un casino. 
Ora, quelli che guardano con sospetto i blog che recensiscono sempre con voti alti, lasciate che vi dica la mia. È perché scelgo bene! Sì, perché la lettura sfigata può capitare (la mia è stata First, ve ne parlerò presto), ma ci sono talmente tante brave autrici da leggere che a me, onestamente, il tempo di leggere delle schifezze non rimane proprio... Anche perché, chi lo fa fare di farsi del male? Quindi, pronti per beccarvi un'altra recensione a cinque stelle? Sì, perché anche questa volta la Hoover ha fatto magie con il mio cuoricino e, complice un'infreddatura da donzella dell'ottocento, me lo sono divorato in un giorno, nascosta sotto il plaid, sul mio adorato divano.

9 Novembre, come ammette l'autrice tra le righe del suo romanzo, potrebbe ricordare Insonnia d'amore o One Day, ma solo di primo acchito. Basta andare avanti di qualche pagina per capire che la trama è ben diversa... Come inizia il libro lo potete benissimo leggere nella trama qui sopra, che per una volta è precisa e non fa spoiler. Fallon ha quasi diciotto anni e due anni prima, durante un incendio a casa del padre, è rimasta ustionata. Quindi su un lato del viso, del collo e del busto, porta le cicatrici di quelle ustioni. Insieme all'integrità della sua pelle, è andata in fumo anche la sua carriera di attrice adolescente. Oggi indossa maglie con le maniche lunghe, lascia che i capelli le coprano le cicatrici sul viso e ha faticosamente trovato il coraggio di lasciarsi il passato e Los Angeles alle spalle e trovare la propria strada. 

Proprio il giorno della sua partenza, mentre litiga con il padre in un ristorante, un ragazzo carino la guarda dritta negli occhi, come se non vedesse le sue cicatrici. È la prima persona che non distoglie lo sguardo dal suo volto da quando è stata ferita. Come se non bastasse, Ben le viene in soccorso durante la discussione con il padre e da quel momento è fatta. Fallon è affascinata da quel ragazzo spontaneo e divertente che la guarda come se fosse bellissima. Dopo qualche ora passata insieme, i due sono praticamente cotti a puntino. Se non fosse che c'è quel piccolo dettaglio... di un volo da prendere, che porterà Fallon dall'altra parte degli Stati Uniti. Cosa faranno? Si scambieranno il numero di telefono? Si manderanno email? Chatteranno su Facebook? Oh, no! Niente di così banale. Fallon sa che non può innamorarsi in quel momento, e poi le mamme hanno sempre ragione e la sua le ha detto che:
«Non potrai mai trovare te stessa se ti perdi in qualcun altro.»
Quindi sa che deve rallentare e insieme a Ben stabiliscono questo folle piano di vedersi solo una volta all'anno, il 9 novembre, senza mai sentirsi in altri momenti. Qui la genialità della Hoover è stata, tra le altre cose, nel narrarci solo i 9 novembre degli anni successivi, senza mai annoiare il lettore con quello che i due fanno nel resto dell'anno. Anche perché, diciamocelo, che ce ne frega? Noi vogliamo vedere Fallon e Ben insieme! E questi due sono bellissimi da guardare. Sono semplicemente stupendi e il loro rapporto fa bene al cuore.

La Hoover si diverte a giocare con gli stereotipi del romanzo rosa. Con molta autoironia e intelligenza, ci fa digerire il tanto abusato "colpo di fulmine" o instalove come se fosse la cosa più normale e naturale del mondo. Ma chi conosce questa autrice, sa che i colpi di scena e i tormenti sono dietro l'angolo, e che ha un debole per i tiri mancini del destino.
Sì, questi 9 Novembre non saranno tutti rose e fiori, ai momenti dolci, romantici e sensuali di due ragazzi che si conoscono e si innamorano, si accavallano momenti della vita vera, quella che non ti fa sconti, quella che ti fa lo sgambetto proprio quando pensi che le cose stiano filando lisce. 
«Questa è la vita reale, e nella vita reale bisogna farsi il culo per avere il proprio lieto fine!»
Questo romanzo fa male, in un crescendo emotivo che mi ha lasciata stremata, ma fa soprattutto tanto bene, perché parla di speranza, perdono e redenzione. Ancora una volta, la Hoover, con la sua penna lieve ma piena di magia, riesce a parlare direttamente alla mia anima, facendomi innamorare delle sue storie e dei suoi protagonisti. E sì, hai ragione tu Colleen, i ragazzi alfa ci piacciono solo nei romanzi, nella vita, vorremmo tutte dei fidanzati come i tuoi uomini di carta. 
«Ho finito di innamorarmi di lei quasi immediatamente dopo aver iniziato, perché è stata una caduta libera da cima a fondo. Un lampo. Un istante. Un instalove."

Cinque stelle

9 commenti:

  1. Niente da aggiungere, la Hoover non sbaglia un colpo.
    Recensione bellissima come sempre Alice

    RispondiElimina
  2. Ciao, Ali! Tu mi devi dire come si fa a sbagliare a scegliere se leggi autrici come quelle che hai citato! ;D
    Devo leggerlo, punto. Spero che la Hoover mi rubi il cuore come fece con Ugly Love, e dalle tue parole, sembra proprio che sia fattibile <3

    RispondiElimina
  3. Grazie Susy! :*

    Rosa, mi piace vincere facile! XD Secondo me è mooolto fattibile che ti rubi il cuore, ma mai dire mai! Questo libro ha diviso alcune lettrici fan della Hoover, quindi sono curiosa di leggere il tuo pensiero. ;)

    RispondiElimina
  4. Oddio. Stavo cercando di convincermi a non leggero perchè con una trama troppo simile a "One Day", e c'ero quasi riuscita, ma la tua recensione ha vanificato tutto ^^ Adesso lo voglio leggere! Mi toccherà dar fondo al portafoglio ^^
    Bella recensione :)

    RispondiElimina
  5. Oddio Giulia, adesso mi sento quasi in colpa... XD Poi fammi sapere se sono stati soldi ben spesi! :D

    RispondiElimina
  6. Alice ciao!!!
    Sono felicissima che ti sia piaciuto, ho letto parecchi commenti negativi su questo libro, soprattutto sull'epilogo che io ho trovato a di a poco perfetto! 9 Novembre per me rimane uno dei più belli scritti dalla Hoover insieme alle coincidenze dell'amore e Its end with us!!
    Condivio tutto quello ch hai detto nella recensione... Starno XD

    RispondiElimina
  7. Ciao Frency! ^_^ Anch'io ho letto commenti negativi e non riesco proprio a capirli, è come se mi dicessero che non piace la pizza. Com'è possibile? XD Mi rassicura sapere che siamo ancora una volta d'accordo. Anche secondo me è uno dei migliori della Hoover. :D

    RispondiElimina
  8. Alice ma che bellissima recensione piena di entusiasmo ❤️_❤️ Le uscite di queste settimane sono strepitose, sto cercando di recuperarle tutte e penso che il prossimo acquisto sarà proprio 9 Novembre ;)

    RispondiElimina
  9. Ciao Ely! Questo libro mi ha entusiasmata e sono contenta che questo trasparisca dalle mie parole. :) Se lo leggerai, sarò molto curiosa di leggere la tua recensione!

    RispondiElimina