venerdì 17 aprile 2015

Maleficamente Miraphora: Serie TV - The 100. Episodi 9, 10, 11, 12 e 13



So che sarà difficile da credere, ma sono riuscita a FINIRE LA PRIMA STAGIONE!

In un raptus di trash estremo mi sono sparata le ultime puntate bruciando definitivamente i neuroni e liberandomi dall'impegno che mi ero presa non sapendo a cosa andavo incontro.


A questo punto, dopo cinque puntate e a finale ancora fresco nel mio cervello, posso dare un voto.
Perché se non do voti, non sono soddisfatta.

Cast: 6/7
Diciamo che alcune scelte sono state fortunate mentre altre si sono rivelate tristi.
Per esempio l'elemento peggiore - per me - è stata Clarke. A parte che è un personaggio odioso di suo, l'attrice non è carismatica abbastanza. Per carità, interpreta un'adolescente, certe mancanze ci stanno...però se è la protagonista dovrebbe spiccare su tutti.

Trama: 6
La sufficienza, perché tutto sommato l'idea di base non è brutta. Il mondo post apocalittico tira parecchio, così come il target teen, eppure ci sono delle parti che risultano grossolane e un po' campate per aria. Va bene intrattenere, va bene divertire, però se si deve sfociare nell'assurdo tanto vale evitare.

Voto generale 6 e 1/2
Sono stata buona no?

Ebbene in queste cinque puntate le cose migliorano un pochino. Dalla presenza del figaccione Lincoln
Allo smantellamento dell'Arca, alla guerra tra i 100 e i Terrestri, allo smascheramento della vera natura di alcuni personaggi.
Per esempio Bellamy ormai è passato dal lato oscuro a quello rosa fru fru, ha perso l'aura pericolosa ed è diventato pappa e ciccia con Clarke. Ecco lei ha scoperto le sue carte: tanto santarellina non è, ha una vena sadica e psicopatica piuttosto evidente e le piace fare la guerrafondaia altro che pacifista mangia arcobaleni. Finn ha smesso di giocare allo zuzzurellone e si è preso il ruolo dell'unico che usa il cervello, come co protagonista è decente e sopportabile anche se mi aspettavo da lui molto di più. Octavia ha un momento di fama con Lincoln e per le scelte che compie: fino alla fine dimostra di avere più palle e cervello della maggior parte dei 100.
Raven è stata una bella scoperta, all'inizio non mi piaceva ma man mano che andava avanti nelle puntate ha raggiunto dei momenti di drammaticità che Clarke si può solo sognare: riesce anche ad essere cinica, ironica e grezza con un sottotono di fragilità che a tratti commuove.
Purtroppo non posso dire che ci siamo liberati di Skeletron, sembrava troppo bello per essere vero e il trend a volte ritornano funziona anche per Murphy che rientra nei 100 e combina un sacco di cagate - e mi chiedo come abbiano potuto tenersi in seno quella serpe senza accopparlo prima.
Kane - Penny! (cit. Lost) - è diventato una specie di eroe con manie suicide, a tutti i costi si vuole immolare per la causa ma non ci riesce, mentre Pan Briosce zitto zitto salva capre e cavoli e ci regala la scena più commovente della prima stagione.
Naturalmente, in chiusura, si poteva concludere con la risoluzione del conflitto Terrestri vs 100 senza una carrambata finale? Certo che no!
Sulla Terra non ci sono solo i Terrestri/Uruk Hai, ma anche i Falciatori - una versione cannibale e animalesca dei Terrestri e .... gli Uomini delle Montagne ovvero la SWAT.
Non scherzo, questi arrivano e sembrano un corpo militare con tanto di mirini ottici, mimetiche, gas narcotizzanti e una base pulita come una sala chirurgica. A me tutto sembra troppo simile a Lost per non sbuffare, però bisogna farsene una ragione.
E' probabile che il mio lato oscuro mi faccia gravitare verso la seconda stagione ma sicuro che non accadrà a breve. Ci sono tante serie TV che devo sciropparmi prima dei 100 Carciofi.

Nessun commento:

Posta un commento