venerdì 13 febbraio 2015

Della cattiveria, dell'ipocrisia e di tanti altri difetti.

Perché, a quanto pare, all'alba del 2015 la gente si sente ancora minacciata dal sesso.

Ora, che io non sia particolarmente sottile, un po' si sapeva. Chi mi conosce sa bene che non mi pongo grandi problemi nel dire quello che penso, con un unico filtro: cercare di rispettare sempre chi sta al mio opposto. A volte, però, proprio non riesco a rimanere nell'ombra, non riesco a fregarmene e non riesco - con tutta la buona volontà - a stare in silenzio.

Perché ci si illude che un mondo libero, democratico, moderno, dove tutti hanno libertà di opinione sia lo stesso mondo che NOI viviamo. La verità è che più c'è libertà meno c'è libertà.

Esempio? Parliamo del film Cinquanta sfumature di Grigio. Parliamo di come il mondo sta reagendo. Parliamo della quantità di veleno, di offese, di cattiveria gratuita, di dimostrazioni di ignoranza che questo film sta subendo e, con lui, chi apprezza o è curioso di vederlo.
Parliamo di come una persona che non ha mai giudicato - nel bene e nel male - si trovi quasi costretta a vergognarsi perché tutti i detrattori si sentono in diritto di additare come frustrate, ninfomani, porche, affamate di sesso, ignoranti, stupide, cretine quelle persone che, invece, sono disposte a dare una chance ad un film che parte svantaggiato.
Parliamo delle offese che questi fantomatiche persone moderne, democratiche, aperte, libere, stanno riversando su un evento che, nel bene o nel male, ha fatto parte di questi anni. Persone che vogliono far credere di leggere solo Citati, Puskin, Kafka, premi Nobel e chi ne ha più ne metta. Persone che nella realtà dimostrano più ignoranza di chi, invece, nella sua umiltà ammette di apprezzare qualcosa che mette a disagio le masse.

Io leggo di tutto, ma proprio di tutto, e ho sviluppato una certa sensibilità nel dare il giusto peso ai romanzi. Se la James ha avuto così tanto successo, perché farsi venire il sangue amaro? Siete invidiosi? E perché mai? Ha fatto i milioni e io dico BEATA LEI. Ha fatto i soldi su una cavolata? E se anche fosse? BEATA LEI! Ha dato il via ad un trend letterario potente, ha contribuito a sdoganare il sesso nei romanzi, ha reso commerciale un genere che è sempre stato di nicchia. Non vi piace? Non leggetelo. Nessuno vi obbliga a parlarne, nessuno vi obbliga a farvelo piacere, nessuno vi punta una pistola alla testa per vedere il film.

NON VI PIACE? CHI SE NE FREGA! Il mondo è bello perché è vario e di schifezze - e intendo vere schifezze - ce ne sono tante, perché ossessionarsi con le 50 Sfumature? Trovate qualcos'altro da fare!

Ora tutti penseranno che scrivo così perché io sono una super fan. SBAGLIATO.

Ho letto la trilogia di E.L.James? Sì.
Mi è piaciuta? No.
La ritengo una merda letteraria? No. Anche se riconosco la pessima penna.
Penso che chi la adora sia una casalinga disperata in cerca di c***o? No. Altrimenti tutte le donne che leggono rosa si dovrebbero cucire in faccia lo stesso stereotipo (e sono proprio le più cattive, per la serie da che pulpito...)
Penso che sia vergognoso andare a vedere il film? No.

Io andrò a vedere il film per puro divertimento, perché ADORO Jamie Dornan, perché sono curiosa, perché qualche volta mi piace dedicarmi al trash, perché anche se il romanzo è stato tremendo ho comunque apprezzato l'esperienza. Perché la vita è già piena di difficoltà, di brutture e di tristezza e passare 2 ore di frivolezze non può che farmi bene.
Sono stufa di leggere commenti al limite dell'odio scritti da persone che - con ogni probabilità - guardano porno su internet nascondendosi nel buio delle loro stanzette, le stesse persone che hanno paura a parlare di sesso, hanno paura del sesso e si sentono a disagio quando qualcuno non si nasconde dietro muri di finta ritrosia, finta moralità e finta cultura. Che la James l'abbia fatto in modo grossolano, arrabattato e poco elegante, questo è evidente ma - di sicuro - ha scritto una trilogia che ha lasciato il segno - nel bene e nel male.

Naturalmente condanno anche chi non è in grado di accettare una critica, il fandome più spinto ed estremo, quello aggressivo e inquietante e intollerante. Condanno chi, in generale, non accetta la diversità, chi non rispetta il diritto di apprezzare qualcosa con i suoi difetti e i suoi pregi.

Per farla breve, perché mi sta venendo il mal di testa a furia di giustificarmi con chi credevo essere tollerante, io andrò a vedere Cinquanta Sfumature di Grigio, sbaverò sugli addominali di Jamie Dornan, arrossirò alle scene di sesso e sghignazzerò con la faccia nascosta nel sacchetto dei pop-corn, ma non mi sognerò MAI e poi MAI di offendere chi si siederà di fianco a me e si emozionerà, piangerà, sospirerà e si innamorerà all over again di questa storia.

E FATEVELA UNA PERA DI IRONIA UNA BUONA VOLTA!
PEACE

ps: tornerò alla carica con la recensione del film, quindi stay tuned!

13 commenti:

  1. Sono d'accordo su tutta la linea..... si ergono paladini della letteratura, anche se magari non aprono un libro da anni..... è come andare contro chi decide di andare a vedere un cinepanettone a natale, magari elencando i numerosi pregi della corazzata Potemkin.....

    RispondiElimina
  2. Grande Mira! Ti do virtualmente il cinque perché hai espresso esattamente anche il mio pensiero. Purtroppo il successo attira inevitabilmente l'attenzione e quindi le critiche. In un mondo perfetto però le critiche sarebbero fatte:
    A) con cognizione di causa, parlando cioè se si conosce l'argomento, mentre la maggior parte delle persone che critica lo fa per partito preso, senza aver letto il libro in questione;
    B) con rispetto per i gusti e la libertà altrui, ok, ti ha fatto schifo? Benissimo, sei libero di dirlo, ma non sei libero di offendere chi invece lo ha apprezzato. Com'è quel detto? La tua libertà finisce dove inizia quella degli altri?
    Lo so, è utopia, ma mi piace sognare.
    Che poi se vogliamo metterla sul moralistico, il sesso consensuale tra due persone adulte è da aborrire più della violenza gratuita di cui molti film sono zeppi? Con sbudellamenti e crudeltà varie? Il mondo è proprio strano... O_O

    RispondiElimina
  3. Io mi chiedo il perchè???? Ho letto in giro cose assurde come quella dei picchetti fuori dal cinema (se è vero!).....ma perchè????? E magari sono le stesse persone che difendono ad oltranza le diverisità: se questa non è ipocrisia! Mah!
    E poi cosa cè di tanto strano in questa trilogia o nel film? Da fastidio il battage pubblicitario? Da fastidio il successo della James.......anzi, della FURBONA James??? E allora? Doppio Mah!

    RispondiElimina
  4. Meravigliosa!!!!!!!!!! Punto e basta.

    RispondiElimina
  5. Forse vivo fuori dal mondo ma io di tutte queste polemiche non ne sapevo nulla. Io ho acquistato tutti e tre i libri ma ho letto a malapena un terzo del primo, ma davvero stanni facendo tutto questo caos per un film?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo sì, Valentina. Quando si dice "ridere per non piangere..." E' veramente assurdo.

      Elimina
  6. Mi hai tolto la possibilità di aggiungere altro, perché hai messo nero su bianco il mio punto di vista!
    Di solito non amo la polemica, ma questa volta una presa di posizione mi sembra un atto dovuto.
    Non ho letto i libri, ma il film VOGLIO ASSOLUTAMENTE VEDERLO ergo sono una maiala decerebrata!!!!!!

    RispondiElimina
  7. Mi alzo in piedi ed esulto stile stadio!!!
    Hai centrato ogni singolo mio pensiero.. da JD alla James passando per il fandome...
    Finalmente cazzo.. E DAVVERO: FATEVELA 'NA RISATA OGNI TANTO.. E' GRATIS!!! :))))
    Nel mentre.. sopravvivo..

    RispondiElimina
  8. Ho letto 50S trilogia? Si
    Mi è piaciuta? Si tanto tanto
    E' scritta bene? No ma no no
    Andrò al cinema? SI ,con leggerezza per vedere su schermo ciò che si è immaginato sapendo che anche il miglior libro non può mai essere racchiuso in un film.
    Mi sento una casalinga depressa perchè leggo Romance -erotici -NA- YA- BDSM -Storici-contemporanei-self e contro self? NO
    A distanza di 5 anni dall'uscita di questi libri ancora se ne parla e ancora c'è chi ha il coraggio di criticare e fare i finti perbenisti addirittura manifestare. Manifestate per gli abusi sui minori e magnateve na risata ogni tanto.se non vi piace o non lo avete letto perchè ne parlate? invidia? chissà....

    RispondiElimina
  9. Sante parole. Grazie per averle scritte <3

    RispondiElimina
  10. D'accordissimo con ciò che hai scritto.

    RispondiElimina
  11. Grazie a tutte per aver commentato. Mi fa piacere sapere che in molte la pensano come me e continuo a sostenere che questo film continua ad essere usato come capro espiatorio.

    RispondiElimina