martedì 13 giugno 2017

Recensione Con te non ho paura di Jenny Anastan

Titolo: Con te non ho paura
Autrice: Jenny Anastan
Data uscita: 16 maggio 2017
Genere: contemporary romance
Editore: Self Publishing
Ambientazione: New York, (USA)
Punto di vista: prima persona, pov alternato
Livello sensualità: medio

Trama: Cosa esiste di più logorante della fiducia infranta?
Il futuro incerto e il cuore in mille pezzi, Callie non crede più a nessuno, tanto meno alla famiglia che nel momento del bisogno l’ha abbandonata a se stessa. Soprattutto, non ha più alcuna speranza in quello che è stato e continua a essere, suo malgrado, un pensiero costante e quotidiano: Nicolas Allister. Di una bellezza mozzafiato, carismatico imprenditore di successo, l’uomo dei suoi sogni adolescenziali è la mano che dona e quella che priva. E a lei sembra voler togliere ogni cosa, perfino la libertà di ricostruirsi un futuro lontano dal passato e dalla maledetta notte che ha sconvolto la sua esistenza. Eppure… Eppure Nicolas non è così autoritario come sembra e il suo dispotismo appare più un’arma di difesa contro la paura. Già, ma paura di cosa? A pochi passi dall'abbandonare tutto, i pensieri si fanno per un attimo più lucidi, e sarà proprio in quel momento che Callie e Nicolas capiranno che la realtà, a volte, è più semplice di una vita tutta da rifare.

Recensione di Mara:
Eccomi di nuovo qui a parlarvi di un libro di Jenny Anastan che questa volta non avevo in programma di leggere ;)  
Mi spiego meglio. 
Sapevo della sua uscita perché avevo visto la presentazione della cover, ma sinceramente non avevo letto la sinossi, nessun commento e nessuna recensione, poi un giorno spinta dalla curiosità di scoprire il significato del titolo, ho preso l'Ipad e l'ho scaricato iniziando a leggerlo a scatola chiusa, senza sapere cosa aspettarmi da questa storia. Zero aspettative e zero pregiudizi. L'unico aspetto di cui ero sicura era che lo stile raffinato dell'autrice mi avrebbe accompagnato durante la lettura.

“L’amore arriva e ti trascina nel suo vortice, ti annienta, ti mozza il respiro e ti fa sentire in apnea. L’amore ha la sembianza di un angelo nero che ha la tua vita stretta nel suo pugno, e la può sgretolare ogni volta che vuole, per poi riportarla indietro solo per poterla disintegrare ancora, e ancora.”

Posso quindi dirvi che buttandovi in questa lettura, scoprirete una bella storia, romantica e sensuale, contenente colpi di scena che ne movimentano il ritmo. È un romanzo fluido e fresco, che tratta temi importanti con la giusta serietà e leggerezza. Non opprime, non terrorizza e soprattutto non ripete all'infinito i soliti concetti! 

I personaggi sono ben calibrati, inoltre, sono pazzi incomprensibili che non sanno ciò che vogliono e ci propinano paranoie mentali a oltranza per tutto il libro. Nicolas, pur essendo il più grande tra i due a livello anagrafico, l'ho trovato più infantile rispetto a Callie in certi comportamenti o ragionamenti, ma poi ho anche compreso le motivazioni che lo spingono a essere così scontroso e reticente. Ovviamente è un gran bell'ometto dall'ego spropositato, consapevole del suo successo e del suo fascino, che sa come utilizzare le sue armi e, anche se non vuole ammetterlo facilmente, ha un’unica debolezza: una certa ragazza dai capelli neri, occhi chiari e sedere perfetto. 

“Il mio cuore non è a pezzi. Mi sento come se fossi il nulla, come se ogni parte di me non fosse altro che un insieme di inutili organi in grado di tenermi in vita.  Sono una finzione, un niente. Un castello di carta creato sopra a un vulcano ancora attivo. Sono una bugia.”

Callie, la protagonista femminile, è tenace e determinata, in poche parole ha le palle (Dio ci liberi dalle lagne!). È giovane, ma ha lottato per liberarsi da un'etichetta impostarle ingiustamente, ne è uscita a testa alta e continua a voler vivere secondo i suoi principi, senza sottostare alle imposizioni sociali o ai pettegolezzi della mondanità newyorkese. 
Io di solito faccio a botte con i personaggi femminili, difficilmente riesco e stimarle in automatico, ma qui con Callie non ho avuto nessuna difficoltà perché ho trovato una ragazza che ha deciso di non mollare, che ha dovuto crescere in fretta e per giunta senza il supporto della sua famiglia, e poi sapete cosa ho apprezzato maggiormente in lei? Ha il dono di saper perdonare. Non è per niente facile buttarsi tutto alle spalle, azzerare il passato e far finta che tutto il dolore provato, unito all'umiliazione subita, non siano mai esistiti, ma Callie ci riesce e per questo per me guadagna 100 punti. 

“Solo lui è in grado di farmi provare la sensazione di essere buttata in un vortice che gira prima in un senso, facendomi sentire felice, e poi nell'altro, strappandomi a tutte le cose belle che proprio grazie a lui ho provato.  Nicolas è tutto e allo stesso tempo niente."

È consapevole che donare nuovamente fiducia a chi le ha spezzato il cuore, è un lancio nel vuoto senza paracadute ma Nicolas è il suo chiodo fisso, è l’uomo che ha sempre desiderato quindi, nonostante la sua diffidenza, decide di lanciarsi per vedere se riuscirà ad atterrare con i piedi per terra o prenderà nuovamente una botta colossale.
La vedrete scontrarsi a tutta velocità con un muro invalicabile di freddezza e rigidità che a volte non capirete, ma che infine apprezzerete perché, nel momento in cui lui ammetterà che il suo passato sta impedendogli di avere un futuro felice, deciderà di smettere di avere paura, e sarà proprio in quel momento che conoscerete il VERO Nicolas Allister.

“Le mie parole e i miei gesti la respingono, ma la realtà brutale è che non vorrei mai privarmi di lei. Del suo viso, delle sue piccole mani, di quei sorrisi genuini che hanno il potere di scaldarmi il cuore.”

Se proprio devo trovare un difetto in questa lettura, direi che potrei parlarvi di un personaggio secondario Grace, la sorella maggiore di Callie, che francamente non ho apprezzato per il suo stile di vita molto insulso, per il modo insensibile in cui si è comportata con Callie o per il tipo di rapporto di comodo che aveva con Nicolas. Poiché sarà la protagonista del libro che Jenny Anastan ci regalerà a Dicembre, sono pronta a ricredermi.

Ovviamente, come in ogni romance che si rispetti, anche qui troverete scene hot, ma sono poche, ben ponderate e non oscurano le vicende, al contrario, le completano facendogli acquisire più valore, infatti, Jenny Anastan si è nuovamente dimostrata una sana portatrice di emozioni positive, quindi, se amate il romance, quello che vi fa venire gli occhi a cuoricino per intenderci, non perdetevi CON TE NON HO PAURA.

5 STELLE

2 commenti:

  1. Grazie mille per la recensione... ho gli occhi a cuore😍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 😂😂😂 Giusto per rimanere in stile romance 😉😘

      Elimina