mercoledì 28 settembre 2016

Recensione Non andare via di Sharla Lovelace


TitoloNon andare via
Autore: Sharla Lovelace
Serie: NO
Genere: Contemporary Romance
Editore: Newton Compton
Data uscita: 08 agosto 2016
Pagine: 337
Punto di vista: prima persona (Jules)
Livello sensualità: medio-basso

Trama: Noah Ryan e Jules Doucette stanno insieme da sempre, prima come migliori amici di infanzia, poi come giovani amanti. Hanno programmato tutto il loro futuro, ma un’incredibile decisione finisce per separarli. Ventisei anni dopo, Jules sta vivendo la vita che qualcun altro ha pensato per lei. Gestisce il negozio di sua madre, vive in casa sua, segue le sue regole e tiene i segreti che lei le ha fatto seppellire. Poi Noah torna a casa, e porta il caos. Il suo ritorno fa molto di più che risvegliare vecchi ricordi: costringe anche Jules a guardare la sua vita con occhi nuovi e scoprire segreti di cui non sospettava l’esistenza. Ma il potere del vero amore può trionfare su anni di dolore e bugie?

Recensione di Alice:
Questo gioiellino stava per scivolarmi tra le dita senza che nemmeno me ne accorgessi, se non fosse stato per il suggerimento di un paio di social-amiche con cui spesso mi trovo d'accordo. I loro commenti commossi mi hanno incuriosita e sono riuscita a non farmi scoraggiare dalla cover totalmente sbagliata, per quanto graziosa di per sé. Sì, perché se pensate di avere a che fare con un new adult, vedendo quei due giovani faccini che si scambiano un timido bacio, siete fuori strada. I protagonisti hanno più di quarant'anni e il loro amore adolescenziale se lo sono lasciato alle spalle ben ventisei anni prima.

Jules è una donna simpaticissima, piena di brio e determinazione, ma pagina dopo pagina scopriremo che ha delle catene d'acciaio che la tengono ancorata ad una vita che forse non le piace quanto vorrebbe credere. Aveva un rapporto conflittuale con la madre e non si può dire che se la stia cavando poi così meglio con la figlia adolescente... Ma datele fiducia, imparerà a non fare gli stessi errori della defunta genitrice, la quale, credetemi, alla fine del libro non potrete che detestare con tutto il cuore. La vita di Jules sembra stabile e soddisfacente, lavora nella libreria di sua proprietà, è divorziata, ma ha mantenuto un rapporto amichevole con l'ex marito. Ha un'amica di quelle che ogni donna vorrebbe, una vita sessuale attiva e movimentata... ma qualcosa la rende perennemente irrequieta, insoddisfatta.

Fino a che Noah non torna a casa e lei precipita nel caos più totale. I suoi ormoni fanno un balzo indietro nel tempo e la vediamo balbettare e inciampare come nemmeno una sedicenne... Sarebbe adorabile e un po' ridicolo, se non fosse quello che la vista di Noah riporta a galla. Quello che è successo tanti anni prima e che li ha separati inesorabilmente. Quello che la città sembra aver dimenticato, ma non loro due. Loro non potranno mai dimenticare ed è come se un pezzetto della loro anima gli fosse stato rubato. Quando si rivedono è come se, in qualche modo, la presenza reciproca riempisse quel vuoto che appariva così incolmabile. Leggere di Jules e Noah mi ha reso perfettamente l'idea di cosa sono due anime gemelle. Anche se sono stati separati per più di due decenni, quando si ritrovano insieme tutto quello che provavano un tempo riprende vita, come un fuoco impossibile da controllare o contenere.

È difficile parlarvi di questo romanzo senza fare uno spoiler grosso come una casa, quindi mi limiterò a dirvi che è una delle storie d'amore e di vita più romantiche e commoventi che abbia letto negli ultimi anni. I personaggi sono indimenticabili nella loro umanità e vulnerabilità. È anche un po' una favola, perché raramente la vita fa sconti, ci perdona gli errori, mentre in questo romanzo sentiamo il profumo della speranza, di una seconda possibilità. Unico appunto: il finale davvero troppo zuccheroso. Ma con tutte le lacrime che mi hanno fatto versare prima, a ben pensarci, forse ci voleva proprio.
Cinque stelle

5 commenti:

  1. wow Alice sai che se non fosse stato per te anche io stavo perdendomi questo libro? Rimedierò certamente! Grazie <3

    RispondiElimina
  2. Non lo conoscevo affatto! >-< Però mi hai già convinta, Ali, e sappi che l'ho appena preso (oggi mi ci voleva proprio un autoregalo, eheh) :D

    RispondiElimina
  3. Ciao Ely, questo romanzo è stato una sorpresa per me! Poi fammi sapere se ti è piaciuto. ^_^

    Ciao Rosa! Ti avviso, verso la fine il livello di melassa è notevole, infatti se devo trovare un difetto a questo libro è proprio la quantità di zucchero nel finale. Ma tutto il resto è stato così emozionante... Lo stile è semplice e diretto, niente voli pindarici, ma a volte è proprio quello che serve per arrivare dritti al cuore. La semplicità. Poi verrò a curiosare la tua recensione ovviamente... :D

    RispondiElimina
  4. protagonisti che non puzzano di latte? devo leggerlo <3

    RispondiElimina
  5. Silvia, questo è mooooolto pink! Tienilo per quando avrai un momento da "romance intenso". XD

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...