giovedì 3 marzo 2016

Recensione Il mio sogno proibito di Monica Murphy (Serie Reverie #1)


Titolo: Il mio sogno proibito
Titolo originale: His Reverie
Autore: Monica Murphy
Serie: Reverie #1
Editore: Newton Compton
Data di pubblicazione: 24 febbraio 2016
Pagine: 256
Punto di vista: prima persona maschile
Livello di sensualità: basso

Trama: "L’ho sempre saputo, fin dal primo momento in cui l’ho vista. Era la ragazza perfetta per me, l’unica che desiderassi, la sola che avrei mai potuto amare. Lei è la luce, io sono le tenebre. Lei è innocente, io mi sono macchiato di fin troppe colpe. Lei è buona, io cattivo. Lei è un sogno che si avvera, io l’incubo che la tormenterà ogni notte. Veniamo da due mondi diversi. Eppure è me che vuole, perciò ci teniamo stretto quello che abbiamo, finché è possibile. Lei è il mio amore segreto, e io sono il suo. Ma il problema è che i segreti non restano mai tali a lungo. E quando scopriranno che stiamo insieme, dovremo fare di tutto per metterci in salvo. Io non la lascerò nelle loro mani, perché Reverie Hale è mia".
Pronti per una nuova travolgente emozione? Dopo i successi della serie One Week Girlfriend e della saga Private Club Series, Monica Murphy torna dal suo fedele pubblico con il primo capitolo di un’avventura romantica e mozzafiato: Il mio sogno proibito, l’amore tormentato di Nick e Reverie.

Recensione di Lady Caitlin:
Il mio sogno proibito” di Monica Murphy è un romanzo dolce e malinconico. Un libro che racconta la forza devastante del primo grande amore, un legame proibito perché, come nella più classica delle fiabe, vede protagonisti due ragazzi provenienti da un contesto sociale diametralmente differente. 

Lei è ingenua, bella e dolce ed è la figlia di un predicatore, un uomo che ha improntato la sua vita e quella della sua famiglia sul rispetto totale delle tradizioni, il termine più corretto per definire questa persona è bigotto. La moglie del predicatore non è da meno poiché all’apparenza è compassata e impeccabile, ma dietro al suo aspetto granitico si nasconde un’anima oscura, corrotta e vendicativa. 

Nick invece è un bravo ragazzo con la fama di bad boy, con un passato segnato da precoci scomparse e dall’ingiusta detenzione nel penitenziario di stato. Nick e Reverie insieme sono pura magia, insieme danno vita ad un legame fatto di sguardi rubati, di frasi appena accennate e in seguito di baci dapprima casti e poi sempre più focosi e segreti. 

La Murphy è una scrittrice che stimo molto e in questo libro, raccontato dal punto di vista maschile ad eccezione delle pagine di un diario che la protagonista scrive per rendere reali le sue emozioni, viene messa in evidenza tutta la solitudine e la sofferenza che si può arrivare a provare quando si rimane soli al mondo, circondati solo da persone che ti stanno accanto per interesse o per soddisfare le loro insane voglie. 

Questa storia d’amore mi è piaciuta perché ha saputo emozionarmi senza scioccarmi, ha saputo raccontare con pudore ma allo stesso tempo con sottile sensualità una relazione giovane, fatta di ragazzi forse troppo maturi per la loro età anagrafica. 

Il finale è il classico pugno alla bocca dello stomaco e mi auguro vivamente che la casa editrice pubblichi al più presto il seguito perché sono in astinenza acuta da Reverie e Nick, una giovane donna e un giovane uomo che il destino ha deciso di far incontrare per regalare ad entrambi quel perfetto lieto fine che da soli non avrebbero mai potuto realizzare. 

Un romanzo decisamente da leggere ma forse poco adatto a chi non ama particolarmente le storie in cui i protagonisti sono alle “prime armi”.

1 commento:

  1. Di questa autrice ho letto l'altra saga. Mi era piaciuta ma non in modo eccezionale. Questo libro sembra carino peccato per questi finali aperti e che poi ci fanno aspettare un sacco di tempo per avere il seguito.

    RispondiElimina