venerdì 26 febbraio 2016

Recensione Quello che ci rende speciale di Marci Lyn Curtis


Titolo: Quello che ti rende speciale
Titolo originale: The One Thing
Autore: Marci Lyn Curtis
Serie: autoconclusivo
Editore: Fabbri
Data di pubblicazione: 28 gennaio 2016
Pagine: 352
Punto di vista: prima persona (Maggie)
Livello di sensualità: basso

Trama: Maggie Sanders ha diciassette anni, un'ironia tagliente e un pessimo carattere. Ma in effetti ha delle buone ragioni per essere arrabbiata con il mondo: una malattia l'ha da poco resa cieca e l'ha costretta ad abbandonare la sua più grande passione, lo sport. Da quel momento tutto è cambiato. Ha cominciato a frequentare una scuola in cui si sente fuori luogo, il rapporto con i genitori si è raffreddato, le amiche sono sparite. E, come se non bastasse, le è stato affibbiato un assistente sociale che tiene sotto controllo i suoi voti e la sua condotta. È proprio nel suo ufficio, però, che conosce Ben, dieci anni e un'intelligenza fuori dal comune. Un incontro sconvolgente che cambierà la sua vita. Perché Maggie riesce a vedere lui e tutto ciò che lo circonda. Ma anche perché, grazie a Ben, capirà finalmente che oltre allo sport ci sono molte cose che la rendono speciale. Come la musica dei Loose Cannons, band emergente che la conforta nei momenti più difficili, e il loro magnetico cantante Mason Milton, il ragazzo dei suoi sogni... Aiutata da Ben, Maggie si impegnerà con tutte le forze per scoprire dove si terrà il prossimo concerto del gruppo e, soprattutto, per capire come mai quando è con lui è in grado di vedere. Le risposte alle sue domande, però, si riveleranno molto diverse da quelle che si aspettava. E per non perdere ciò per cui ha faticosamente lottato, Maggie dovrà trovare il coraggio di affrontare la realtà. Che non è mai quella che sembra.

Recensione:

Appena ho letto la trama di questo libro ho pensato che l'avrei letto. Una protagonista cieca? Mio! Non so perché, quale turba mentale irrisolta nasconda il mio cervello, ma la cecità è una condizione che mi ha sempre affascinata. Se ci aggiungiamo la punta di paranormale che si intuisce dalla sinossi, è fatta, dovevo leggerlo assolutamente! Di sicuro non è guastato che la cover fosse carina, non del tutto fuori luogo rispetto alla storia, e che il titolo fosse interessante. 

Le mie aspettative sono state pienamente soddisfatte! Non mi aspettavo certo un capolavoro letterario senza precedenti, ma una storia interessante, originale, leggera ma che allo stesso tempo offrisse spunti di riflessione. Ed è quello che ho trovato.

Maggie sta vivendo un momento davvero difficile, come potete leggere dalla trama. Da un giorno all'altro la sua vita è completamente cambiata e non sa più chi è, si sente inutile e senza un futuro. Ma ha un bel caratterino e non si piange troppo addosso. Insomma, non aspettatevi lagne eterne su quanto la vita sia ingiusta. Maggie, pur essendo un'adolescente arrabbiata e recalcitrante, ha comunque una bella grinta e affronta le sfide al meglio delle sue possibilità.

L'incontro con Ben è fenomenale. Immaginatevi di essere ciechi da sei mesi e, dopo una caduta rovinosa, riuscire improvvisamente a vedere la persona che avete davanti. Di sicuro vi chiedereste quanto forte avete battuto la testa. Ed è esattamente quello che fa Maggie! Per un attimo pensa di avere le visioni, ma poi si rende conto che ci vede davvero! Ma il suo campo visivo è limitato solo Ben e quello che gli sta intorno. Perché? Come? E perché proprio quel ragazzino di dieci anni con le stampelle?

Inizierà così un'amicizia perfetta nella sua stramberia. Ben è un mito, intelligente, simpaticissimo e con uno spirito d'acciaio. Con la sua semplicità e voglia di vivere, aiuterà Maggie a trovare "quello che la rende speciale", quello che identifica ciò che siamo davvero, nel profondo, quello che ci rende felici e ci fa apprezzare la vita. Ma la vita non ha ancora terminato di tirarle brutti scherzi e il finale è stato un colpo al cuore...

A questa, che è la struttura portante del romanzo, si aggiunge la storia d'amore, che è delicata e rimane quasi in secondo piano, ma che riesce comunque ad emozionare. Una protagonista importante è la musica, quello che ci comunica, quello che può farci provare e quello che, grazie ad essa, possiamo esprimere. 

Una lettura davvero piacevole e interessante, che con leggerezza ci parla di cose che leggere non lo sono affatto. Ma d'altra parte... non è tutta questione di punti di vista?

4 stelle

7 commenti:

  1. ottima recensione. Molto, molto interessante. Devo segnarmi questo libro

    RispondiElimina
  2. Grazie Susy! :) E' un libro molto carino, te lo consiglio proprio. :)

    RispondiElimina
  3. Anch'io l'ho inserito nei miei Maybes :D Ne parlate tutti così bene! Sicuramente, quando non avrò più libri in italiano da leggere, lo acquisterò ;)

    P.s. Che spettacolo la nuova grafica *-* Denise è sempre bravissima ♥

    RispondiElimina
  4. E' davvero carino Chiara e il pericolo che fosse un'emerita cavolata c'era, e invece!
    Grazie per i complimenti! ♥ Sì, Denise è bravissima e soprattutto moooolto paziente. L'abbiamo fatta sgobbare duro! XD

    RispondiElimina
  5. Ho adorato il personaggio di Ben, un vero raggio di sole!

    RispondiElimina
  6. sono fuori dal tunnel... cellulare rotto, addio ebook, addio mondo... *piange*

    RispondiElimina
  7. Nuuuooooo Silvia! *si dispera insieme a lei*

    RispondiElimina