martedì 5 maggio 2015

Recensione Tutto in una sola notte di Kylie Scott


Titolo: Tutto in una sola notte
Titolo Originale: Lick
Autrice: Kylie Scott 
SerieStage Dive, #1
Editore: Newton Compton
Pagine: 320
Data di uscita: 30 aprile 2015
POV: prima persona (Evelyn)
Livello di sensualità: Hot




Trama: I piani di Evelyn Thomas per festeggiare il suo ventunesimo compleanno a Las Vegas erano grandiosi. Non aveva certo previsto di svegliarsi sul pavimento del bagno della sua stanza d’hotel, con i postumi di una sbornia madornale e un uomo tatuato, seminudo e molto attraente accanto ad assisterla. E, ciliegina sulla torta, un diamante al dito grande abbastanza da spaventare. Se solo riuscisse a ricordarsi come tutto ciò possa essere accaduto, sarebbe già qualcosa… Lui si ricorda tutto, invece: si chiama David, è il chitarrista di una rock band di successo, gli Stage Dive, e da meno di dodici ore pare sia il marito di Evelyn. E adesso? Che fare? E se non si fosse trattato solo di un errore dovuto ai fumi dell’alcol?

La serie Lick è così composta:
1. Tutto in una sola notte
2. (Play, 2014)  prossimamente
3. (Lead, 2014)  prossimamente

Commento:

Dopo un paio di letture toste, personalmente ho bisogno di qualcosa di leggero, divertente e sexy, per staccare un po' la spina e divertirmi senza troppi pensieri e patemi. Se dovessi dare il voto a questo romanzo in base a quanto ha raggiunto lo scopo, sarebbero cinque stelle piene! 
Sì, perché ora tra i miei sogni ad occhi aperti, oltre a trovare un cerchio di pietre, tornare indietro nel tempo e incontrare un pezzo di scozzese red head, si è aggiunto anche svegliarmi a Las Vegas con un dopo sbornia pazzesco e trovarmi davanti cotanto splendore:
"Era bello, con un corpo scolpito e un'aria stranamente familiare. Impossibile. Non avevo mai conosciuto un tipo come lui. Sembrava andare per i trenta - un uomo, non un ragazzo. Aveva basette e capelli scuri che scendevano fin sotto le spalle. I suoi occhi erano di un azzurro intenso. Non potevano essere veri. (...) Un braccio e metà del suo petto nudo erano ricoperti di tatuaggi. Sul lato del collo aveva un uccello nero, la cui punta dell'ala arrivava dietro l'orecchio. (...) Ma quel fusto mi batteva alla grande in quanto a pelle nuda: indossava solo un paio di jeans, degli anfibi neri e consunti, alcuni orecchini d'argento e una benda bianca allentata sull'avambraccio. Ma qui jeans... li portava da Dio! Erano pericolosamente a vita bassa e gli stavano a pennello."



Ah! E ovviamente, essendo la seconda voce in un gruppo rock, ha una voce profonda e bellissima. Il bello è che non ci hai solo passato una notte di sesso fantastico (non ancora), ma te lo sei sposato! Ok, non ti ricordi assolutamente nulla, ma che vuoi che sia? E' bellissimo, è gentile ed è pure sfondato di soldi. Cosa vuoi di più dalla vita? Ah, giusto... l'amore. Dimenticavo.



Quindi a questo punto, la nostra cara Evelyn, invece di dire: "Va beh, ormai siamo sposati, vediamo di conoscerci un po' e poi decidiamo il da farsi." pensa bene di darsela a gambe alla velocità della luce, lasciando il nostro bel David con un palmo di naso e lievemente incavolato. 

Ma può finire tutto così? Ovviamente no. I nostri due protagonisti avranno modo di passare del tempo insieme. Tempo che darà modo a Eve di conoscere di nuovo David e capire se è stato solo l'alcol a spingerla a sposarlo o se c'è stato qualcosa di più. Mentre servirà a David per avere la conferma di non essersi sbagliato su di lei. 
David
E' un romanzo sexy, molto sexy, ma è anche estremamente romantico. E' quasi un sogno ad occhi aperti. David è una rock star, ma non si atteggia a bad boy, non è davvero un fucking bastard, anzi, è un uomo stanco della sua vita sregolata, che cerca un po' di normalità e di sentimenti sinceri e onesti.

Evelyn
Evelyn è molto giovane, ha solo 21 anni e ha un piano ben preciso in testa di come dovrà svolgersi la sua vita. Essere la moglie di una rock star non rientra nel piano. Ma è davvero quello che vuole? O è stata condizionata dalle aspettative dei propri genitori? Eve dovrà imparare a guardare dentro se stessa e crescere, maturare e infine prendere le proprie decisioni.

Passiamo allo stile dell'autrice: è sfacciato e diretto, mi piace! Essendo narrato in prima persona, il linguaggio è quello di una giovane ventunenne un po' sboccata, ma divertente e ironica. La trama non sarà delle più originali, ma quando si cerca una lettura divertente e leggera, l'originalità non è un fattore indispensabile. E' vero, ci sono diversi tira e molla, a volte con motivazioni piuttosto deboli, e le riconciliazioni sono così repentine che lasciano un po' disorientati. Ma, come sopra, non mi aspetto chissà che cosa da una lettura di evasione.

Per concludere, sono molto felice di aver conosciuto questa scrittrice, di sicuro continuerò a seguire la serie dei Stage Dive e la terrò per i momenti di crisi.

Il mio voto è:

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...