venerdì 22 maggio 2015

Incontro con Jamie McGuire, Milano 14 Maggio 2015


Chi mi conosce sa che, quando ne ho bisogno, mi posso trasformare in una bugiarda navigata.
Nonostante al lavoro ci fosse un'evidente necessità per la mia presenza, ho campato la classica scusa dell'emergenza familiare e me ne sono andata verso più verdi e ridenti lidi.
Dove? Ma alla Feltrinelli in Piazza Piemonte, Milano, per vedere la rosha più alta e sottile del panorama New Adult! La nostra Jamie McGuire che presentava Una meravigliosa bugia!
Lo so, sono una brutta persona e una pessima lavoratrice, ma quando arrivi al limite della sopportazione hai bisogno di staccare la spina e niente lo fa come un pomeriggio tra schiamazzi, urletti e firma copie.



E' la terza volta che incontro Jamie McGuire e ogni volta questa donna diventa sempre più bella e sempre più magra. Purtroppo, però, la libreria Feltrinelli ha una pessima struttura per gli eventi e non sono riuscita a fare né video né foto. In compenso userò le foto super professionali di Fabiano, marito di Giovanna, la mia compare di evento che ormai è pappa e ciccia con Jamie. Con il mio super cellulare cinese ho registrato il Q&A così posso riportarvi pari pari le domande che le sono state fatte e le sue risposte.

Come potrete leggere, aimé di novità per noi ce ne sono poche, ma non disperiamo!
L'evento, organizzato per promuovere Uno splendido sbaglio, è stato il primo di un tour di tre date: Milano, Bergamo, Torino. Come sempre mi ritrovo ad essere tra le più vecchie e mi fa sempre piacere e tenerezza vedere tanti giovani così appassionati di lettura.
Garzanti del resto, sa come organizzare un evento e, tra tweet in tempo reale e foto su Facebook, sono riusciti anche a creare e distribuire gratuitamente un bellissimo gadget! Io, che ho la faccia di bronzo, ne ho acchiappate alcune in più perché pensavo a VOI! Voi, che siete in tutta Italia e che non siete potute andare agli eventi organizzati da Garzanti.
Lo staff di New Adult Italia mette in palio 3 spillette
sorteggiate a caso tra chi lascerà un commento a questo post.
Avete tempo fino al 5 Giugno
 giorno in cui esce la terza ed ultima parte di Happestance!

Veniamo ora alla parte che vi interessa: le domande.

D: Prossimamente uscirà negli USA la novella su Shepley e America. Verrà pubblicata anche in Italia?
R: Non l'ho ancora scritto! Dovrebbe uscire negli USA ad agosto 2016. Dobbiamo ancora parlarne con l'editore (Garzanti), ma spero che uscirà anche in Italia.

D: Negli USA è uscito da poco il romanzo su Tyler, quando verrà pubblicato in Italia?
NOTA: la ragazza che ha fatto la domanda si è confusa con i nomi dei protagonisti.
R: Prima c'è Thomas, poi Tyler e poi Taylor. Uno ciascuno per i due gemelli.

D: Dei tuoi personaggi, qual'è quello in cui ti immedesimi di più?
R: Probabilmente la protagonista di Red Hill (inedito in Italia). Scarlett (la protagonista), ha i capelli rossi e due figlie. Mi identifico molto in lei.


D: Cosa ti ha ispirato a scrivere Happestance?
R: Happestance è ambientato nella mia città natale. Alle superiori sono stata vittima di bullismo, così ho deciso di scrivere un romanzo che contenesse questo tema, ciò che la protagonista subisce nel libro l'ho vissuto sulla mia pelle. Oltre a questo l'ho scritto per divertimento. A volte si ha bisogno di scrivere qualcosa per se stessi, iniziare e vedere dove la storia ci porta.

D: Come mai sulla collana che Weston regala a Erin c'è la scritta per caso?
R: Per caso (Happestance, in inglese) è il titolo del libro, tutto quello che succede alla protagonista succede per caso.

D: Scrivere è sempre stata una tua passione? Hai sempre desiderato diventare una scrittrice?
R: Ho sempre scritto, ma non ho mai pensato di diventare una scrittrice. Ho pensato che una ragazza di campagna come me non potesse essere una scrittrice. Ho avuto la fortuna di entrare nel mondo dell'editoria in un momento favorevole, quando tutti potevano pubblicare con l'auto pubblicazione. Una mia amica mi ha suggerito di provare e così ho fatto.

D: Questa trilogia sarà uguale alla serie dei fratelli Maddox, oppure è diversa?
R: Sono simili, anche se Happestance ha protagonisti molto più giovani, quindi ha una struttura più giovanile, come nei temi. E' più soft e dolce. Erin è più giovane di Abby, è timida e chiusa, è vittima di bulli. C'è sempre una storia d'amore, però, e Weston è giovane ma molto carino.

D: Quando ti viene l'ispirazione per scrivere, qual'è la prima cosa che fai?
R: Scrivo tutto sul mio cellulare!

D: Hai qualche consiglio per chi vuole cominciare a scrivere un libro?
R: Non aspettate! Iniziate subito a scrivere e finitelo! Solo quando avete finito potete imparare e migliorare.

NOTA: a questo punto le viene fatta una domanda che mi ha fatto urlare SPOILER! Naturalmente Jamie si è rifiutata di rispondere.

D: Quando uscirà il film? (Su Uno splendido disastro)
R: La Warner Bros ha acquistato i diritti tre anni fa, avevano 18 mesi per trovare il produttore ma la sceneggiatura non era abbastanza fedele al romanzo, così ho deciso di non proseguire. Ho preferito aspettare e avere la possibilità di fare un film fedele al romanzo, per rendere felici i lettori.

D: C'è un aspetto negativo dell'essere una scrittrice?
R: Mi mancano i miei bambini! Se potessi portarli come me quando viaggio sarebbe perfetto! Però anche così è perfetto perché grazie ai miei lettori posso viaggiare e incontrarli, come adesso. Devo ringraziare anche Garzanti che mi ha presa (dagli USA) e mi ha portata qui, senza di loro non avrei mai potuto venire in Italia.

D: In base alla tua esperienza personale, credi veramente che una persona che ha subito traumi nel passato possa superarli trovando l'amore, grazie all'amore di un'altra persona?
R: Amare se stessi è il modo migliore per superare un'esperienza traumatica. Dopo le esperienze di bullismo che ho subito da giovane, tutt'ora combatto ogni giorno per convincermi che non me lo meritavo, che ero meglio di loro. Forse è per questo che lavoro così tanto. Avere qualcuno che ti ama è solo qualcosa in più, ma è importante amare se stessi per poter accettare l'amore di qualcun'altro.

Dopo le domande, che sono durante circa 30 minuti, l'editore ha iniziato subito con il firma copie. Ammetto di essere rimasta un po' delusa da questa fretta, perché mi sarebbe piaciuta una presentazione più lunga, però a conti fatti Garzanti ci ha visto bene. In questo modo tutte le persone presenti hanno avuto tempo di farsi firmare il romanzo, fare una foto con Jamie e parlare un pochino con lei. Io e Giovanna siamo rimaste per ultime perché lei ha sempre diecimila cose da regalare a Jamie e perché, essendo le più vecchie, abbiamo preferito dare la precedenza alle ragazzine che erano così emozionate da non riuscire a stare ferme. Che tenerezza!


Al mio momento con Jamie mi sono limitata a dirle Ao' Jamie questa è la terza volta che ti vedo non so più cosa dirti! Così lei mi ha firmato il romanzo, ci ha disegnato un cuoricino e mi ha salutata.

Dopo ben tre eventi posso dire con certezza che Garzanti è un editore serio che non improvvisa mai questi eventi, che le rappresentanti dell'editore sono sempre sempre gentili e disponibili, che hanno pazienza, hanno rispetto per noi, sono entusiaste come noi, felici come noi quando ci troviamo di fronte a Jamie McGuire. Quindi GRAZIE di cuore Garzanti che rendete possibile tutto questo. GRAZIE. E naturalmente Jamie McGuire è una persona deliziosa. Ha sempre un sorriso per tutti, abbraccia ogni ragazza come se fosse sua amica e non cede alla stanchezza anche se ha alle spalle ore di viaggio.

Mi auguro che, se ci sarà una prossima volta, ognuna di voi possa partecipare e avere il suo autografo sul romanzo. Nel frattempo a tre fortunate verrà regalata la spilletta.

Buona fortuna!

2 commenti:

  1. Eccomi qui a lasciare il mio commento, grazie per questo resoconto perchè così anche noi che non abbiamo avuto la fortuna di partecipare ci sentiamo un pò parte di tutto questo ^_^ Baci!

    RispondiElimina
  2. Ciao Miriam, grazie e in bocca al lupo!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...