giovedì 21 luglio 2016

Recensione Bugie nascoste di Alessandra Torre

Titolo: Bugie nascoste
Titolo originale: Black Lies
Autrice: Alessandra Torre
Serie: NO
Genere: CT - Erotic Romance
Casa editrice: Mondadori
Data uscita: 5 luglio 2016
Pagine: 223
Punto di vista: prima persona
Livello di sensualità: molto alto

Trama: Brant. A vent'anni era già miliardario. Siamo stati insieme per tre anni. Mi ha chiesto di sposarlo quattro volte. E quattro volte gli ho detto di no.
Lee. Fa il giardiniere – quando non è occupato a farsi le studentesse. È bravo con le mani e con tutto il corpo... L'ho inseguito per quasi due anni...
Avanti. Giudicatemi. Non avete idea di cosa comporti il mio amore.
Se pensate di avere già sentito questa storia, vi sbagliate.

Recensione di Alice:
Quando Mondadori mi ha proposto questo libro ammetto di aver titubato. Mi dava l'idea di essere il solito erotico, ma quella frase, buttata lì alla fine della sinossi, "Se pensate di aver già sentito questa storia, vi sbagliate" mi è risuonata nelle orecchie come una sfida. E così eccomi qui, a parlarvi di Bugie nascoste, un erotic-suspense romance. Più erotic che suspense. 

Partiamo dal presupposto che l'idea è molto originale e il modo in cui è stata sviluppata è perfetto per alimentare la suspense del lettore. Lana, la protagonista del romanzo, è una ricca ereditiera che si innamora di un affascinante miliardario, un genio dell'informatica, il serio e controllato Brant. La solita storia? Sembrerebbe di sì se non fosse che, fin da subito, la voce di Lana, che è onnisciente, ci avvisa che le cose non sono come sembrano e c'è in ballo un GRANDE SEGRETO. Ed ecco che il mio cervellino, cresciuto a pane e Agatha Christie ha iniziato subito ad arrovellarsi, cercando dettagli, scovando indizi, ipotizzando teorie... il tutto mentre i due protagonisti fanno sesso in ogni luogo e in ogni lago, con notevole e reciproca soddisfazione. 

La Torre scrive in modo semplice, schietto, lineare, senza fronzoli, ci sbatte davanti azioni e pensieri senza filtri, il che ha i suoi vantaggi, non c'è che dire. Però questo stile va accompagnato da una trama ricca d'azione e, a parte il sesso, qui non ce n'è molta. I protagonisti vivono in una bolla d'aria, non hanno colleghi, amici o parenti, a parte la zia di lui, Jillian, e una veloce comparsata dei rispettivi genitori. A parte scopate mondiali, non succede un granché, cosa che, se cercate un erotico, va benissimo, se invece credevate di avere tra le mani un simil-thriller, potrebbe deludervi un pochino. In tutto questo l'autrice ogni tanto ci rammenta che c'è un GRANDE SEGRETO da svelare e quando lo farà noi rimarremo sbalorditi. Sarà in grado di mantenere le aspettative?

Penso che, se in effetti non avessi avuto un'intuizione fin dal principio, probabilmente mi sarei goduta di più la suspense. Purtroppo l'ho avuta, quella maledetta intuizione, e i numerosi indizi che la Torre sparge neanche fosse Pollicino non hanno fatto che confermarmelo, pagina dopo pagina. Volete che vi dica qual è stato, secondo me, l'errore di base? Aprire il romanzo con un flash forward e introdurre subito il personaggio di Lee, quando temporalmente doveva fare la sua comparsa molto più avanti. Immagino sia stato un escamotage per incuriosire il lettore, ma ha rivelato troppo...

A parte questo, se si è disposti a sorvolare su diverse leggerezze in quanto a credibilità della trama, il romanzo scorre via che è un piacere, non annoia mai, il sesso è spaziale e i protagonisti sono interessanti, in particolare Brant.
"Quando ami davvero qualcuno, non puoi andartene. Non importa cosa ti fa. Qualsiasi bugia esca dalla sua bocca, qualunque azione commetta, ti leghi saldamente alla sua vela e giuri di stargli accanto nella buona e nella cattiva sorte. Lasci che il vento ti porti dove vuole. Anche se finirai per schiantarti. Anche se quel viaggio ti spezzerà il cuore e ucciderà tutto quel che di buono c'è in te."
Il triangolo in cui si viene a trovare Lana è quello che probabilmente popola i sogni proibiti di ogni donna: da una parte l'uomo intelligente, raffinato, sensibile, dall'altro un maschio rude, istintivo, aggressivo. Alessandra Torre gioca con i desideri delle donne e li porta sulla carta, ma è lei la prima a mentire...

In conclusione è un romanzo gradevole, perfetto da leggere sotto l'ombrellone, un erotico diverso dal solito, che offre qualche spunto in più rispetto alle solite storie che iniziano ad uscirmi dalle orecchie. Ma per carità, non chiamatelo thriller!

Quattro stelle

5 commenti:

  1. Io ho letto La Ragazza del 6E... credevo fosse un thriller, ma la protagonista è una che vive chiusa dentro casa e fa soldi con le webchat erotiche. Poi scatta il thriller e boh... Ah, lei ha anche istinti omicidi, è una specie di Dexter in gonnella. Tanta carne al fuoco insomma, però la Torre scrive davvero bene, per cui credo che leggerò altro di suo, ma prima deve cambiare genere :)

    RispondiElimina
  2. A me La Ragazza del 6E - visto che Silvia l'ha citato - era piaciuto molto, quindi avevo aspettative alte per Bugie nascoste, aspettative che si sono leggermente ridimensionate dopo la tua recensione. Anche io ho una grande fiuto quando si tratta di thriller, ci prendo sempre e se poi l'intreccio non viene costruito come si deve, capisco tutto da pagina tre xD E ti dirò, mi sta venendo un piccolo sospetto sul GRANDE SEGRETO di queste pagine. Vedremo se ci ho preso eheh ^_^

    RispondiElimina
  3. @Silvia: sì, la Torre scrive bene e questo romanzo è osannato da un sacco di lettrici. Personalmente non ho gradito diverse cose che non ho potuto scrivere nella recensione per evitare spoiler, ma nel complesso è un buon romanzo, altrimenti non gli avrei dato quattro stelle. Però tolto il sesso non rimane molto...

    @Rosa: La Ragazza del 6E non l'ho letto quindi non posso fare confronti, ma se hai già intuito il GRANDE SEGRETO allora sei spacciata... XD

    RispondiElimina
  4. Ciao Alice!!! Questo libro è stato mandato anche a me, come te ero un pò titubante all'inizo, con gli erotici si corre sempre un pò il rischio che siano tutti sulla falsa riga delle 50 sfumature e sono un pò stufa di libri così! Però questo mi incuriosiva e della Torre non ho mai letto niente quindi ho accettato l'ebook, convinta anche dalle recensioni positive che ho trovato sul web. Dovrei riuscire ad iniziarlo la prossima settimana, comunque tengo al minimo le mie aspettative per evitare una mega delusione!

    RispondiElimina
  5. Ciao Francy! Ma no dai, non è stato una mega delusione, alla fine gli ho dato 4 stelle che è un signor voto. Solo che mi aspettavo più suspense, invece è un erotico, ma originale nel suo genere.

    RispondiElimina