sabato 23 aprile 2016

Recensione Scritto sulla pelle di Charlotte Lays


Titolo: Scritto sulla pelle
Autrice: Charlotte Lays
Editore: Rizzoli
Data di pubblicazione: 14 Aprile 2016
Pagine: 148
Punto di vista: alternato tra Sebastian e Margaret
Livello di sensualità: Hot


Trama: Bisogna affrontare le spine per poter cogliere la rosa più bella.
Sebastian è l’uomo che non deve chiedere mai. Si crede una divinità discesa dall’Olimpo perché le creature terrene – meglio se di sesso femminile – possano godere della sua compagnia. Un concentrato di bellezza e simpatia. Eppure il suo ego smisurato viene incrinato da Margaret, che lui chiama Malefica. Una donna apparentemente molto sicura di sé, ma con un segreto che le ha lasciato cicatrici tanto nascoste quanto profonde, e che l’ha resa una mantide religiosa inavvicinabile. Sebastian, complici i due amici Sean e Ivy, è costretto a interagire con lei, e da uomo alfa accetta la sfida, anche se il rischio è alto. E infatti, nonostante i dialoghi salaci e le battute taglienti, scoppia la passione, travolgente, allo stato puro e senza ritorno.
Se avete amato “Ghiaccio bollente”, divorerete questo romanzo.

Recensione:
Ho conosciuto Charlotte Lays come autrice con “Ghiaccio Bollente”, il suo primo racconto pubblicato per la collana You Feel della Rizzoli, quindi ho voluto acquistare “Scritto sulla pelle” sulla scia dell’entusiasmo del precedente.

“Le donne potranno anche sposarsi il Principe Azzurro, ma sognano di scoparsi il pirata; alla stessa stregua degli uomini che vorrebbero Cenerentola come figlia o sorella ma Jessica Rabbit per moglie.”

Sebastian, alias Megafusto, è un uomo dotato di ego smisurato, sguardo penetrante, sfrontato, bello e sexy, che trasuda da tutti i pori fascino, sicurezza e virilità. Si crede un dio dell’Olimpo sceso sulla terra per donare piacere immenso alle donne da lui prescelte. Vive secondo il suo ABC del sesso, non crede nell'amore e nel lieto fine che lui chiama game over. Margaret, alias Malefica, è una donna pungente, apparentemente sicura di se, una predatrice che dietro a questo suo lato aggressivo nasconde un segreto lacerante, che l’ha portata a odiare e sfruttare gli uomini. 

Nessuno mi fa sentire come Sebastian. Quando sono con lui è come se il mio sangue fosse shakerato con l’argento vivo. Mi sento Viva. Come non mi succedeva da moltissimo tempo”

Devo confessarvi che inizialmente la storia non mi ha particolarmente coinvolto, anzi, ho avuto l’impressione che si basasse solo sull'ironia (a volte forzata) e il desiderio che scorre tra i due personaggi principali, ma proseguendo poi nella lettura, sono riuscita a coglierne il vero messaggio. Pur essendo un racconto breve, l’autrice, attraverso uno stile frizzante, è riuscita a donare i tempi giusti a ogni fase dell'avvicinamento tra Sebastian e Margaret, infatti, nulla è affrettato o incomprensibile. Il loro studiarsi, punzecchiarsi e desiderarsi hanno un filo logico e temporale, e donano veridicità ai personaggi e alla storia. “Scritto sulla pelle” è chiaramente un romanzo erotico, che sotto il suo lato ironico nasconde un velo di sofferenza. Anche Sebastian e Margaret assumono questa caratteristica, infatti, dietro alle loro maschere tutte sorrisi di circostanza, ai loro tira e molla e ai molti scambi di battute al vetriolo, troverete due anime romantiche e impetuose. Ciò che nasce e arde tra i due è passione allo stato puro, un sentimento inaspettato, un’ossessione che li travolge in maniera profonda tanto da spaventarli. V’innamorerete del lato dolce e cavernicolo di Sebastian che, dopo essersi lasciato andare al lato oscuro dell’amore, farà di tutto per rompere le catene che tengono imprigionata Margaret al passato. Di lei ammirerete sicuramente la forza e il coraggio, perché conoscerete il peso del dolore che l’ha annienta, che l’ha resa cinica e distaccata verso i rapporti con gli uomini, ma la vedrete anche riemergere dalle ceneri come una Fenice.

“Lotterò per avere questa donna, le farò passare qualsiasi dubbio o reticenza possa avere; capirà che potrà provare a farmi il culo a strisce quanto vuole ma… Io. Non. Desisterò. Per sfida, per rivalsa, per noia, per curiosità, per qualsiasi cosa sia
Io. La. Voglio.”

Capirete che sono un’entità unica, due anime affini destinate al game over. Vi lascio quindi con questa frase che a mio parere fa capire al 100%, cosa realmente accade al cuore dei due protagonisti. E anche di più.

“Arriverà un momento in cui il cuore sovrasterà con la sua voce qualsiasi cosa la tua testa potrà pensare. Arriverà l’istante in cui comincerà a battere talmente forte che crederai ti uscirà dal petto. Allora sentirai anche il suo e rimarrai senza parole scoprendo che hanno lo stesso ritmo impazzito”

Non mi rimane che consigliarvi la lettura di questo breve racconto (e del precedente), perché così anche voi potrete involarvi al livello d’onniscienza di Sebastian.
Quattro stelle

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...