sabato 1 agosto 2015

Recensione doppia L'eroe dimenticato di Suzanne Brockmann (Troubleshooters #1)






Titolo: L'eroe dimenticato
Titolo originale: The Unsung Hero
Autore: Suzanne Brockmann
Serie: Troubleshooters #1
Editore: Leggereditore
Data di pubblicazione: 17 aprile 2014
Pagine: 362
Punto di vista: Terza persona
Livello di sensualità: Medio






Trama: Tom Paoletti, tenente della marina americana, è in congedo dopo una missione in cui ha riportato un grave trauma cranico. Appena rientrato nella sua città natale, s'imbatte in un terrorista a cui dà la caccia da anni, ma i suoi superiori sono convinti si tratti solo di una delle allucinazioni che lo colpiscono ultimamente. Sospettando un attentato in occasione di un'importante cerimonia cittadina, Tom decide di mettere in piedi una piccola squadra antiterrorismo, reclutando alcuni dei suoi sottoufficiali più leali e due burberi veterani della Seconda guerra mondiale. Come se non bastasse, la dottoressa Kelly Ashton, il suo primo amore, è determinata a dimostrargli che non è più la ragazza della porta accanto cui ha spezzato il cuore anni prima. Anche se nella sua determinazione c'è la stessa irresistibile dolcezza di sempre… Se a tutto ciò si aggiunge una nipote ribelle da mettere in riga con un amico fumettista che ne è perdutamente innamorato, il successo della missione non è affatto garantito. Ma Tom sa che questa è la sua ultima occasione di chiudere i conti col passato e trovare la felicità una volta per tutte. Dalla penna di una scrittrice di straordinario successo internazionale, il primo volume della serie Troubleshooters, un grande romance in cui storie d'amore, amicizia e lealtà si intrecciano a un thriller carico di suspense.


Recensione di Vins:
Non mi è dispiaciuto, anzi, direi che mi è piaciuto abbastanza, ma di certo mi aspettavo qualcosa in più. Ero abituato alla Brockmann quale garanzia nel genere RS, mentre, in realtà, questo libro è più un romance che ha per contorno una componente thriller.
Come ho avuto la sorpresa con "Senza respiro" così l'ho avuta con questo primo libro della serie, grazie alla quale ho conosciuto l'autrice: sorpresa che avranno tutte quelle che si aspettano quella Brockmann e che qui ancora non c'è.

Del resto, se non sbaglio, i due libri ("Senza respiro" e "L'eroe dimenticato") sono stati scritti a distanza di poco sicché, pur presentando le qualità che l'autrice manifesterà solo successivamente, queste restano appunto più che altro accennate. Faccio una piccola digressione ispiratami da questo aspetto.

Pur restando tra i sostenitori della pubblicazione di una serie dall'inizio, capisco un po' meglio la scelta di alcuni editori tipo Fanucci: se le prime opere RS della Brockmann fossero state quelle che cronologicamente aveva scritto prima (come appunto "Senza respiro" e questo 1° libro della Serie Troubleshooters) non sono sicuro che oggi avrebbe lo stesso numero di fan.
Molte si sarebbero tirate indietro dopo essersi rese conto della quantità (e qualità) ridotta di suspense rispetto al rosa: almeno quelle alla ricerca di un qualcosa alla Nora Roberts o di veri thriller con anche una storia d'amore.
Riflessione che d'altronde ha un suo rovescio della medaglia: se pubblicare un libro qualitativamente superiore, infischiandosene della completezza della serie o del suo ordine cronologico, può avere un senso, ancora più senso ha portare a termine la pubblicazione dell'intera serie, proprio perché è del tutto logico che le qualità di un'autrice vadano migliorando di libro in libro.

Tornando al libro, la Brockmann continua ad essere forse l'unica scrittrice capace di scrivere storie d'amore parallele che mi appassionino come quella principale: se non di più, proprio come accaduto in questo libro. Paradossalmente, infatti, mi è forse piaciuta più quella tra i due ragazzi giovani, Mallory e David, che quella principale tra Kelly e Tom.
Le tre storie d'amore di questo libro rappresentano il passato, il presente e il futuro. Quella tra i ragazzi ha uno stampo New Adult, mentre quella ambientata nel passato viene vissuta attraverso i flashback che, forse anche per il tipo di ambientazione, mi ha ricordato un po' il taglio di Camilla Lackberg.

Venendo a quella principale direi che la tipologia è poco originale: ma questo non è necessariamente un difetto, se usata bene come fa la Brockmann. E' il classico caso in cui i due hanno un passato comune che li vede reciprocamente innamorati fin da allora: le circostanze della vita li hanno poi portati in strade diverse e si ritrovano oggi nel classico dilemma del concedersi totalmente anche con il cuore o solo col corpo.
Avventura basata sull'attrazione fisica e basta o un qualcosa di più? Entrambi hanno le loro motivazioni per scegliere una strada piuttosto che un'altra: la paura di soffrire e la paura di far soffrire.
Pertanto ritengo del tutto giustificati i vari tira e molla tra i due, i loro dubbi, le loro incertezze e anche le scelte apparentemente contrastanti con quei sentimenti, che sono terreno fertile per quel genere di incomprensioni e fraintendimenti che odio nei romance, ma che qui hanno un loro perché.
Soprattutto perché è un terreno libero da stupide schermaglie amorose, che non avrebbero avuto proprio senso in un contesto del genere: il tutto è decisamente "serio".
Tra l'altro mi è piaciuto vedere, seppur accennato e forse ridotto ad una sola occasione, uno dei tratti tipici della Brockmann e che me ne hanno fatto innamorare: il tentativo di spiegare le cose parlandosi subito dopo un contrasto, senza scene con lui o lei che se ne vanno sulla scia del "non detto" per orgoglio personale.

La storia d'amore ambientata nel passato non è di quelle che preferisco: in generale, però, tutta quella parte è molto intensa e dà al libro una drammaticità notevole che ne aumenta il valore, secondo me. Pur non rivestendo un'importanza fondamentale, tipo un qualcosa successo allora e tenuto segreto fino ad oggi, perché aiuterà in qualche modo a risolvere la vicenda: una storia alla Camilla Lackberg per struttura insomma, non dal punto di vista dei contenuti.

La storia d'amore tra i due ragazzi è molto bella, dolce e ha il pregio di cercare l'originalità: ma la Brockmann, così come tante altre autrici alle prese con la stessa tipologia, non ha il coraggio di andare fino in fondo.
Mi riferisco al fatto che David sia sostanzialmente un nerd, non particolarmente affascinante e pure un po' imbranato: salvo poi rendersi conto che, in fondo, basta un cambio di occhiali e un taglio di capelli più alla moda, per accorgersi che non sarà un gran figo ma ha comunque il suo fascino, fisico muscoloso compreso.
Un presunto imbranato che, d'un tratto, si dimostra uomo, capace sia di affrontare il rapporto con una ragazza in modo più vicino a quello di un maschio alfa che a quello timido di uno sfigato, sia di dimostrarsi all'altezza di situazioni rischiose, anche se forse c'è un pizzico di inverosimiglianza nel coinvolgimento dei due nella parte action del libro.

Azione abbastanza limitata e relegata sostanzialmente al finale del libro, per il resto la parte gialla consiste più su un pericolo e una minaccia che aleggia per tutto il libro sui protagonisti influenzando la storia solo parzialmente. In pratica serve più che altro ad affrontare il problema di salute di Tom di cui si parla nella sinossi del libro e a dare una conclusione emozionante a vari aspetti della vicenda, tra cui soprattutto i rapporti familiari e di amicizia.
Non una delusione insomma, ma ovviamente aspetto la vera Brockmann.

Recensione di Alice:
Premetto che avevo letto qualcosa di questa autrice e non mi aveva convinta per niente. Con questo romanzo ho dovuto ricredermi e la promuovo a pieni voti.

E' un romanzo completo: trama convincente, personaggi adorabili pur rimanendo realistici, stile di scrittura fluido e avvincente.

Non sono un'esperta di RS, ma direi che in questo romanzo la prevalenza sia spiccatamente romance. Diciamo un 80% e 20%. Ciò nonostante la parte suspense è ben costruita ed è evidente che non è stata buttata lì giusto per dare una scusa ai due protagonisti di incontrarsi. E' stata congegnata in modo che affiancasse la storia d'amore in modo complementare, arricchendola.

Ma passiamo al punto forte: la storia d'amore. Anzi LE storie d'amore. L'autrice è riuscita a creare un intreccio perfettamente equilibrato di ben TRE storie d'amore, una più romantica dell'altra.

Abbiamo il passato: una storia d'amore che coinvolge il nonno di Tom, il padre di Kelly e una donna ai tempi della seconda guerra mondiale, una storia che parla dell'amore, ma parla anche del dolore e del sacrificio.

Abbiamo il presente: la storia tra Tom e Kelly, che erano già innamorati da adolescenti e che vari motivi hanno allontanato l'uno dall'altra, questa storia parla della sincerità, dell'andare oltre le maschere, della forza che c'è anche nei momenti di fragilità.

Abbiamo il futuro: la storia tra Mallory, la diciottenne nipote di Tom, e David, una storia di una dolcezza disarmante, ci mostra che anche da giovanissimi si possono fare le scelte giuste ed essere felici.

L'autrice è stata una maestra nel dosare le vicende delle tre storie e alternale in modo perfetto, collegandole tra loro in modo che diventano quasi un tutt'uno.
Le scene di sesso non sono molte ma sono molto intense, la tensione erotica è altissima sin dalle prime pagine del romanzo.

Quando sono arrivata alla fine del romanzo le sensazioni sono state queste: completezza, romanticismo senza perdita di realismo, dolcezza senza attacchi di glicemia e intensa passione senza inutili e improbabili acrobazie ginniche. 

Insomma, consigliatissimo a tutti gli amanti del genere e non! 

Il voto di Vins è:

Il voto di Alice è:
La serie TROUBLESHOOTERS è finora così composta:
1) THE UNSUNG HERO,  2000 - ed. italiana: L'EROE DIMENTICATO, Leggereditore, 2014
2) THE DEFIANT HERO, 2001 - ed. italiana: L'EROE RIBELLE, Leggereditore, 2015
3) OVER THE EDGE,  2001
4) OUT OF CONTROL, 2002
5) INTO THE NIGHT,  2002
6) GONE TOO FAR, 2003 
7) FLASHPOINT,  2004 
8) HOT TARGET,  2004 - ed. italiana: AD ALTO RISCHIO, Fanucci, 2008
9) BREAKING POINT, 2005 - ed. italiana: PASSIONE CONTRO IL TEMPO, Leggereditore, 2011
10) INTO THE STORM, 2006 - ed. italiana: NEL CUORE DELLA TORMENTA, Fanucci, 2008
11) FORCE OF NATURE,  2007
12) ALL THROUGH THE NIGHT, 2007
13) INTO THE FIRE,  2008
14) DARK OF NIGHT, 2009
15) HOT PURSUIT, 2009
16) BREAKING THE RULES, 2011
16.5) HEADED FOR TROUBLE,  2013
Short Story 1) WHEN TONY MET ADAM,  e-short story,  2011
Short Story 2) BEGINNINGS AND ENDS,  e-short story, 2012

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...