venerdì 5 maggio 2017

Recensione Ruin me di Danielle Pearl (Serie Something More #1)

Titolo: Ruin me: Ogni volta che mi spezzi il cuore
Autrice: Danielle Pearl
Titolo originale: In Ruins
Serie: Something More #
Editore: DeAgostini
Data di uscita: 24 aprile 2017
Genere: contemporary romance, new adult
Narrazione: terza persona, pov alternato
Livello di sensualità: medio/alto

Trama: Quante volte si può sbagliare e desiderare la stessa persona?
Il primo amore non si scorda mai. Eppure, la bellissima Carleigh Stanger combatte da tempo con se stessa per dimenticare i meravigliosi ricordi vissuti con Tucker Green, il suo ex fidanzato. Lui la detesta, e non vuole più saperne di lei dopo quello che è successo tra loro. Ma ora che il liceo è finito e una nuova vita al college sta per cominciare, Carl è sicura di potersi finalmente lasciare tutto alle spalle. Una volta al campus, però, le cose non vanno come si è immaginata e una sera, durante una festa, Carl si ritrova per caso faccia a faccia con Tucker. I ricordi riaffiorano potenti, e l’attrazione che ancora li lega li travolge più forte che mai. Tucker sa di avere davanti una manipolatrice, ma non riesce a controllare il suo desiderio. È così che il passato torna a perseguitare entrambi, costringendoli a prendere una decisione molto difficile, e a fare cose che non avrebbero mai voluto. Tra passioni esasperate e segreti inconfessabili, Carl e Tuck cercano di mettere un freno alla loro storia. Ma è davvero quello che vogliono?

Recensione di Alice:
Lo ammetto, ero partita con delle aspettative molto basse, vuoi la cover arcobaleno alla After, vuoi che ultimamente i titoli americani più attesi si sono rivelati dei flop. Forse è proprio per questo che tutto sommato questo romanzo mi è piaciuto, pur con tutti i suoi difetti. Il più grande? L'età anagrafica dei protagonisti, secondo me del tutto inadeguata alle vicende narrate e al livello di sensualità della storia.

Il romanzo si svolge su due piani temporali: il presente, in cui Carleigh e Tucker sono al primo anno di università, e quindi hanno diciott'anni, e il passato, ossia due anni prima, quando ne hanno appena sedici.
Per quanto i giovani americani siano più emancipati degli italiani, ho dovuto immaginarli più grandi per accettare come credibile la loro storia. Vengono presentati come adulti fatti e finiti, soprattutto lui. E non solo per quanto riguarda le scene sessuali, che sono tante e abbastanza spinte, ma anche per come si comportano in generale. Tuck viene presentato come un uomo deciso e sicuro di sé, abile nel sesso come se avesse anni e anni di esperienza alle spalle, con un carattere dominante difficile da trovare compatibile con la sua giovane età. Insomma, per farla breve io me li sono immaginati più adulti e a quel punto la storia ha il suo perché, soprattutto per il modo in cui è stata costruita, che lascia la curiosità di scoprire cosa è successo tra i due protagonisti. Perché Tuck odia Carl?

La narrazione parte nel presente, mostrandoci Carl che affronta il primo giorno di università con il terrore di incontrare il suo ex, decisa ad evitarlo in ogni modo possibile, al punto di cambiare all'ultimo minuto l'unico corso che avevano in comune, per poi ovviamente trovarci anche lui, che ha avuto la stessa idea.
Con una continua alternanza tra presente e passato, scopriamo che Carl e Tuck si conoscono praticamente da sempre e che prima di mettersi insieme erano grandi amici. Quindi cosa è successo di così grave da separarli? Da trasformare l'amore che provavano l'uno per l'altra in un odio feroce e implacabile? Onestamente il motivo è abbastanza intuibile, ma comunque il desiderio di scoprire cosa è avvenuto esattamente mi ha tenuta incollata alle pagine.

Come potrete immaginare, trattandosi di un romance, i due non riusciranno a stare lontani a lungo, ma il loro riavvicinamento sarà parecchio accidentato e anche molto, molto caldo. Non riescono a mantenere le distanze, ma quando sono insieme si feriscono a vicenda, inevitabilmente. Finché la verità, piano piano, non viene finalmente a galla, portandoli a un confronto doloroso quanto necessario.
Il rapporto tormentato di Carl e Tuck mi ha coinvolta ed emozionata, anche se alcuni eccessi mi hanno fatto sollevare gli occhi al cielo un paio di volte. Il colpo di scena finale mi ha sorpresa e, anche se mi aspettavo che succedesse qualcosa, non mi aspettavo di certo quello. Un altro elemento che mi è sembrato un po' sopra le righe, inserito quasi a forza, ma che comunque ha movimentato le cose.

Lo stile dell'autrice è piacevole, fluido e semplice, si legge senza fatica. Visto il target a cui è rivolto questo romanzo, ho apprezzato molto che si sia concentrata su due argomenti secondo me molto importanti. Attraverso i suoi personaggi l'autrice manda un messaggio importante, cioè che scherzare sul "mettere qualcosa nel bicchiere di una ragazza" per renderla più disponibile sessualmente non è affatto divertente, anzi, può portare i ragazzi a pensare che non sia una cosa seria e, a lungo andare, convincerli che non c'è niente di male. E ancora, sempre attraverso un episodio del romanzo mostra come, a volte, fare una sciocchezza come mettersi al volante quando si è ubriachi, possa portare a conseguenze terribili, non solo per se stessi, ma anche per chi ci è vicino, i nostri familiari e i nostri amici. (Come mi sento una vecchia bacchettona! XD )

Per concludere, un romanzo che promuovo anche se con riserva. Non mi sento di consigliarlo ai giovanissimi per le scene di sesso esplicito, ma a giovani adulti assolutamente sì.

Quattro stelle

4 commenti:

  1. Ciao Alice,
    sai che anch'io ero terrorizzata che potesse essere After quando ho visto la cover? Ah ah Forse è per questo che non mi ispirava, poi però ho letto recensioni positive e storia che non centra niente con After e mi sono tranquillizzata. Adesso anche la tua recensione mi ha convinto a metterlo in lista soprattutto perchè so cosa mi aspetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy, è una lettura carina, a tratti emozionante. Fammi sapere se anche tu avrai la mia stessa perplessità sull'età dei protagonisti! :D

      Elimina
  2. ecco vedi? Io l'ho snobbato proprio perché mi sembrava simil-after. Mi è piaciuta la tua recensione ma non so se lo leggerò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiara, è carino ma secondo me c'è di meglio... XD

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...