mercoledì 3 maggio 2017

Recensione Lo sbaglio di Elle Kennedy (The Campus Series Vol. 2)

Titolo: Lo sbaglio
Titolo originale: The Mistake
Serie: The Campus Series #2
Autrice: Elle Kennedy
Ambientazione: Massachusetts, USA
Genere: New Adult, Contemporary Romance
Casa editrice: Newton Compton
Data d'uscita: 27 febbraio 2017
Punto di vista: prima persona, POV alternato
Livello di sensualità: medio


Trama: John Logan, tra i ragazzi più popolari dell’università, può avere qualsiasi ragazza. È una stella dell’hockey, ha fascino da vendere e nessuno ha il coraggio di negargli nulla. Ma dietro il suo sorriso assassino e quei modi di ragazzo sicuro di sé, si nasconde una crescente disperazione per quello che lo aspetta dopo la laurea. Una strada senza uscita e il progetto di una vita in cui non si riconosce. Un incontro sexy con la matricola Grace Ivers è la distrazione perfetta per non pensare al futuro, ma quando per un banale errore manda a monte la loro avventura, Logan decide che trascorrerà l’ultimo anno cercando di ottenere una seconda possibilità. Questa volta però le regole del gioco le detta lei, e non ci saranno concessioni né scorciatoie…

Recensione di Mara:
Ho iniziato a leggere Lo Sbaglio il secondo libro della serie The Campus casualmente. Era nel mio Ipad da un qualche mese, ma per una cosa o l’altra, non l'avevo ancora iniziato. Poi ho visto l’uscita del terzo e allora mi son detta che forse era ora di darmi una mossa. L’anno scorso lessi molto volentieri il primo libro Il contratto (QUI trovate la mia recensione) e devo dire che anche questa storia mi ha convinto, grazie alla sua trama ben equilibrata, che per fortuna mi ha fatto superare uno stato di "apatia librosa" creato da una lettura precedente ahimè deludente. 
Questi ragazzi hanno qualcosa in grado di cambiare l’aria nella stanza a livello molecolare. Si fanno notare, e non perché sono dei giocatori di hockey, alti e robusti. È la sicurezza che trapela dal modo di camminare, le battute che si lanciano tra loro, i sorrisi rilassati che distribuiscono intorno.
Grace è una brava ragazza, cauta e responsabile, che ha sempre tutto sotto controllo ed è vergine (cliché? Può sembrare, ma non preoccupatevi... non è la solita tiritera!). È la classica ragazza di cui nessuno si accorge perché non fa nulla per attirare l'attenzione, anche se lei darebbe qualsiasi cosa pur di essere notata da un certo difensore che gioca nella squadra di hockey della Briar University. 

Purtroppo le brave ragazze come Grace non rientrano nei piani di Logan, che ultimamente, cerca solo facili distrazioni che non lo facciano pensare troppo. Lui non se ne rende conto, ma inconsciamente, vorrebbe un rapporto stabile, che gli dia la stessa intimità che il suo migliore amico e compagno di squadra, Garrett, ha trovato con la sua ragazza, arrivando addirittura al punto di credere di essere innamorato di quest’ultima. Quando però Logan e Grace s’incontrano casualmente, entrambi sono sorpresi da quanto sia naturale e piacevole trascorrere del tempo insieme. Tra di loro è subito attrazione, infatti basta un bacio per accendere il loro desiderio, ma una stupida confessione di Logan distrugge la sua unica occasione di poter creare qualcosa di buono con Grace. Tutto finisce in un istante, lasciandoli entrambi a fare i conti con una serie di rimpianti. 

Qui inizia il loro periodo da "separati" perché arrivano le vacanze estive e per tre mesi entrambi hanno tempo di pensare al loro futuro, alle loro famiglie e soprattutto a ciò che vogliono diventare. Purtroppo qui la storia mi è parsa cadere in un momento di stallo poiché il suo ritmo, durante la narrazione di questo periodo, ha rallentato facendomi annoiare. Per fortuna, quando a settembre i ragazzi rientrano al campus, il ritmo ritorna interessante, raccontandoci di un Logan determinato a non arrendersi, perché dopo aver riflettuto, ha capito che l’unica ragazza che vuole è Grace. Logan, deciso a farsi perdonare, comincia la sua ostinata e ironica riconquista della ragazza che ha catturato il suo cuore. Grace non cede subito, anzi, gli propone sfide assurde per metterlo alla prova. Logan però è un uomo in missione e si rifiuta di mollare; si fermerà solo dopo aver riconquistato la ragazza che desidera. 
“Dammi un’altra possibilità. Permettimi di dimostrarti che non sono uno stronzo egoista.”
Durante la lettura, noterete l’evoluzione della protagonista femminile, infatti, vi accorgerete che nella prima parte della storia Grace è una matricola che vive quasi nell'ombra della sua amica/compagna di stanza, mentre dopo le vacanze estive Grace diventa un’altra persona; esce più spesso, si crea un nuovo gruppo di amici, nuove attività e ha una sana volontà di cavarsela da sola. 
Inoltre, per chi cercasse un filo di dramma legato a complesse dinamiche famigliari come quelle che abbiamo trovato in Il contratto, sarà accontentato nello conoscere la storia di Logan e la sua lotta per mantenere un equilibrio tra ciò che vuole per il suo futuro e il percorso opprimente che dovrà intraprendere una volta terminati gli studi. Grace è una ragazza leale e altruista, che non si nasconde dietro alle paure, ma le affronta. Non potrà non piacervi il suo lato indipendente, perché pur essendo giovane, sa amare senza riserve e soprattutto sa volersi bene. Logan è un super ragazzone romantico, sa di essere affascinante e popolare, ma vive con i piedi per terra. È consapevole delle sue responsabilità e nonostante i suoi vent'anni, dimostra una buona dose di maturità. Ovviamente non mi dimentico certo di dirvi che è un ormone che cammina, quindi leggerete scene sexy mai buttate lì a caso e soprattutto non estremizzate. 
"Con Grace, è come giocare tre tempi di hockey duro e puro. L’attesa e l’eccitazione del primo tempo, lo sviluppo in crescendo del secondo, e poi l’intensità totale del terzo, che si realizza nella consapevolezza euforica di aver ottenuto qualcosa. Una vittoria, una sconfitta, un pareggio. Non importa. È comunque la sensazione più potente del mondo".
Nonostante questa storia non abbia conquistato il mio cuore allo stesso livello della precedente, ho apprezzato ancora una volta il rapporto fraterno e cameratesco che traspare fra Garrett, Logan, Dean e Tucker, e soprattutto ringrazio Elle Kennedy perché anche sta volta ci ha presentato personaggi semplici, poco complicati e non paranoici.Quindi ora non resta altro che tuffarmi nella lettura del terzo libro Il tradimento, così potrò conoscere meglio  Dean … il più spericolato dei quattro. 

4 stelle e 1/2

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...