mercoledì 11 gennaio 2017

Recensione Ho scelto di amarti di Jessica Clare
Serie Billionaire Boys Club #4

TitoloHo scelto di amarti 
Serie: Billionaire Boys Club #4
Autore: Jessica Clare
Genere: Contemporary romance
Editore: Newton Compton 
Data di pubblicazione: 10 gennaio (ebook) 
12 gennaio 2017 (cartaceo)
Narrazione: terza persona
Livello di sensualità: medio-alto

Trama: In quanto membro della famiglia reale in un piccolo Paese europeo, la presenza di Griffin Verdi è assolutamente richiesta per il matrimonio del secolo. Il colto miliardario si sente fuori luogo in situazioni simili, quindi è tanto più necessaria una buona accompagnatrice… Ma sfortunatamente per Griffin, al momento sta con Maylee Meriweather, una donna bella e affascinante, ma che non sa nulla dell’alta società. La sua ignoranza dell’etichetta può creare notevole imbarazzo a Griffin, perché il suo denaro non può comprare la classe. Eppure attraverso gli occhi di Maylee, Griffin sta iniziando ad apprezzare le cose semplici della vita, anche se lei è la donna più complicata che lui abbia mai incontrato. Maylee è tutto ciò che Griffin non è, ma anche tutto ciò che lui vuole. Deve solo decidere di abbassare la guardia e fare un passo fuori dal suo mondo protetto...


Recensione di Alice:

Ah! Questa serie è il mio guilty pleasure. Anche se sono consapevole che non si tratta di capolavori della narrativa moderna, ogni volta che esce un romanzo di questa serie mi ci fiondo, mi accoccolo sul divano con la mia copertina preferita e mi preparo a godermi una favola romantica, leggera, sensuale e divertente. Anche questa volta le mie aspettative sono state pienamente soddisfatte.

Abbiamo conosciuto Maylee nel romanzo precedente, è una giovane donna approdata nella Grande Mela direttamente da uno sperduto paese del sud degli Stati Uniti. Ha i modi diretti e poco raffinati di una campagnola, un fortissimo accento e il candore di una bambina, nonostante sia gentile con chiunque incroci la sua strada, è anche una donna di carattere e determinata a conquistarsi un lavoro dignitoso e ben retribuito, in modo da aiutare economicamente la sua famiglia. Ora immaginatela alle prese con Griffin Verdi, alias Lord Montagne Verdi, alias il Visconte Montagne Verdi del Principato di Bellissime.

Griffin è niente meno che un membro della famiglia reale di Bellissime, un piccolo Principato (ovviamente inventato) che si trova al confine tra Francia, Italia e Svizzera. Nonostante sia fuggito da giovanissimo alle regole soffocanti della nobiltà, andandosene a studiare in America per poi restarvi, Griffin non è riuscito a disfarsi completamente della sua aria da snob con un palo infilato dove sapete... Il palo si trasforma in un pilastro di cemento armato quando si ritrova, suo malgrado, a tornare in patria. L'ansia da prestazione lo trasforma in un essere umano ben poco piacevole e quando scopre di essere rimasto senza assistente va completamente nel panico. Ve lo deve dire come reagisce quando scopre, sul volo diretto a Bellissime, che al posto di una compunta e professionale assistente in tailleur griffato gli hanno rifilato la ruspante Maylee Meriweather?

I primi capitoli sono un siparietto comico dietro l'altro, mi sono divertita da morire a vedere questi due personaggi così agli antipodi interagire tra loro. È stato dolcissimo vedere il rigido Griffin cedere giorno dopo giorno alla spontaneità irresistibile di Maylee, con i suoi ribelli ricci biondi e i vestiti da grandi magazzini. Allo stesso tempo lei riuscirà a vedere oltre il contegno altezzoso di quell'uomo con i capelli sempre impeccabilmente leccati all'indietro e ne rimarrà affascinata.

La storia scorre via con la leggerezza dello zucchero filato, anche se romantica come una favola, mantiene quella coerenza nei personaggi e nelle situazioni da risultare comunque credibile, cosa che per me è essenziale anche nei romance. Le situazioni assurde mi fanno alzare le sopracciglia e venire le rughe, quindi le odio, ma non è questo il caso. Paradossali sì, assurde no. Mi ha stupita anche la parte erotica del romanzo: il sesso non arriva nei primi capitoli, come ormai siamo abituate ad aspettarci, ma la Clare ce lo fa aspettare. Però la sensualità non manca, anzi, ci sono alcune scene davvero calde...

Per concludere lo consiglio a chi cerca una lettura poco impegnativa, leggera, divertente e sensuale, con personaggi adorabili e coerenti e ben scritta (anche se la traduzione non è delle migliori, vi avviso...). Una favola romantica e adorabile, per sognare come quando eravamo bambine, ma con l'aggiunta di una bella dose di pepe. 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...