giovedì 9 luglio 2015

Recensione Opposition di Jennifer L. Armentrout (Serie Lux #5)


Titolo: Opposition
Titolo Originale: Opposition
Autore: Jennifer L. Armentrout
Serie: Lux #5
Editore: Giunti
Data pubblicazione: 24 giugno 2015
Pagine: 352
Punto di vista: Prima persona alternato
Livello di sensualità: Caldo

Trama: Dopo la fuga rocambolesca dalla prigione di ''Dedalo'', Daemon e Katy sono convinti di essere in salvo una volta per tutte. Finché davanti ai loro occhi increduli si materializza il peggiore degli incubi: la notte all'improvviso è illuminata da migliaia e migliaia di Luxen che solcano il cielo come stelle cadenti. Di fronte a un'invasione di questa portata, nessuno sulla Terra potrà più considerarsi al sicuro, nemmeno la famiglia Black. Daemon non può certo sottrarsi alla sfida, e insieme al gemello Dawson e alla sorella Dee decide di andare incontro alle schiere di Luxen per capire le loro intenzioni. Intanto Katy è sempre più preoccupata: i giorni passano e la ragazza non può fare a meno di chiedersi se Daemon tornerà davvero, e soprattutto se al ritorno sarà ancora lo stesso... Quando finalmente rivedrà i suoi magnetici occhi verdi, Katy stenterà a credere a quello che sta accadendo: il ragazzo che ama ha preso una terribile decisione. Ma come è possibile? Dopo tutto quello che hanno passato insieme, dopo tutto l'amore che li ha uniti, Daemon può davvero rinnegare il passato? Mentre il confine tra il bene e il male si assottiglia pericolosamente, Daemon e Katy sono di fronte alla prova più grande che abbiano mai immaginato.

Un finale epico, sconvolgente e incredibilmente romantico per la saga più amata dai giovani lettori di tutto il mondo.

Recensione:
Ho chiuso questo libro con un bel sospiro soddisfatto. Eh sì, perché le serie troppo lunghe finiscono per stancarmi e la cara Jennifer è arrivata giusta giusta al mio limite. Una serie che ha avuto alti e bassi, con un paio di libri intermedi che non mi hanno entusiasmata molto (Onyx e Opal, dove succedeva poco e niente) per poi riprendersi con il penultimo (Origin, dove invece capita un po' di tutto) e chiudendo in bellezza con Opposition, un capitolo pieno di azione, rivelazioni, sconvolgimenti, alleanze impensabili, battaglie, vita e morte. 

La storia riprende dove è finito Origin, con una Katy sconvolta e disorientata per l'abbandono improvviso e ingiustificato di Daemon. Perché se ne è andato? L'influenza del suo popolo è più forte del loro amore? Non le sembra possibile, ma... il dubbio è infido, colpisce quando si hanno le difese abbassate, continua a lavorare sottopelle, fino a scavare gallerie e indebolire anche i rapporti più solidi. 

Così, quando Katy si trova faccia a faccia con Daemon, non ha più alcuna certezza e il timore di essere ferita è ai massimi livelli. Cosa succede a questo punto? Non voglio rovinarvi la lettura facendo spoiler, ma ormai se avete letto i libri precedenti vi sarete fatti un'idea ben precisa di Daemon.

Daemon è un alieno bellissimo, potente, arrogante, dispotico, testardo e impulsivo. Ma è anche leale, passionale, premuroso, legatissimo ai fratelli e, soprattutto, pazzamente innamorato di Katy. Per lui, la sua Kitty viene prima di qualsiasi altra cosa e persona, o pianeta se vogliamo dirla tutta. La Terra e l'intero universo possono andare a pezzi, purché lei sia sana e salva e insieme a lui. E' il centro del suo mondo, tutta la sua vita. La fa ridere quando è preoccupata, la protegge quando è in pericolo, la imbarazza con le sue frasi provocanti... Come non adorarlo? Io non sono riuscita a resistergli e in questo romanzo l'ho apprezzato più che mai.

Mi è piaciuta molto anche Katy, che dimostra ancora una volta di essere una donna forte, coraggiosa e altruista. Nei momenti più critici è lei che mantiene i nervi saldi e salva la situazione, con diplomazia e una buona dose di sfacciataggine, che non guasta mai. 

Conosceremo meglio gli Orgin e anche gli Arum. Scopriremo che niente è come sembra e che, come in tutte le civiltà di ogni tempo, spesso sono stupidi pregiudizi a creare le tragedie più terribili.

L'intreccio della trama non è complicatissimo, ma nella sua semplicità è ben congegnato e credibile, per quanto possa essere un paranormale con gli alieni... Zia Jennifer non ci fa mancare nulla, tra squadre di soldati speciali, armi ad alta tecnologia e intrighi politici. Per diverse pagine l'Apocalisse sembra inevitabile. 

Ho apprezzato tantissimo, come sempre, l'ironia dei dialoghi, che alleggerisce l'atmosfera cupa e catastrofica della storia, regalandoci dei siparietti davvero comici e divertenti. Daemon, per esempio, come ogni giovane umano con gli ormoni in subbuglio, è capace di pensare al sesso nei momenti meno propizi, facendo puntualmente arrossire la povera Katy, soprattutto visto che nei paraggi c'è sempre un Orgin pronto a origliare i loro pensieri.

Insomma, Opposition è la degna chiusura di una serie che mi ha tenuto piacevolmente compagnia per diverso tempo e la saluto con un po' di nostalgia, ma senza sentirmi orfana, visto che zia Jennifer mi ha già conquistata con la nuova serie Dark Elements e il suo fantasmagorico Roth.

Il mio voto è:


2 commenti:

  1. Ciao Alice,
    ho letto molto in ritardo questa saga di cui ho sentito parlare benissimo e in effetti mi è piaciuta davvero tanto.
    Questo libro in particolare è forse il migliore oltre al primo dove tutto comincia, perchè racchiude un pò tutto e mi è piaciuto dalla prima all'ultima pagina.
    Adesso devo mettermi in pari e leggere anche l'altra saga di quest'autrice che reputo molto brava.

    RispondiElimina
  2. Ciao Susy! Meglio tardi che mai, no? E della Armentrout è tutto assolutamente da leggere. Tutto! Non solo i paranormal ma anche gli NA che scrive con lo pseudonimo di J.Lynn. *__*

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...